Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
martedì 21 maggio 2024
 
Fotogallery

Amnesty International: "Quanti crimini in Nigeria"

01/05/2014Nei primi tre mesi del 2014 sono state uccise almeno 1500 persone, oltre la metà delle quali civili. La violenza continua a devastare il Paese africano. Un Rapporto di Amnesty International fa il punto della situazione. E chiede che vengano condannate le violazioni dei diritti umani, sia di Boko Haram che delle forze dell’ordine. Intanto, una notizia positiva: l’Eni pubblica i dati sull’impatto ambientale delle proprie attività.

  • 136227_Oily mud, Bodo Creek, Nigeria Jan 2011
    La mano di Lekoya Kpandei coperta di fango oleoso nel fiume Bodo, 2011. Lekoya Kpandei aveva un allevamento di pesci a Bodo. La fuoriuscita di petrolio dagli impianti Shell del 2008 ha distrutto la sua attività, ha dovuto trasferirsi con la sua famiglia in una casa con un'unica camera e non ha più potuto sostenere le spese per la scuola del figlio più piccolo. La sua attività garantiva il lavoro per circa 30 famiglie. © Amnesty International.
  • 136233_Bodo, Nigeria, May 2011
    Acquitrino di Sivibilagbara (Bodo), maggio 2011. © Amnesty International.
  • 141221_Bodo Creek
    Barche nel fiume Bodo, maggio 2011. L'impatto della fuoriuscita del 2008 è ancora molto visibile. Secondo la legge nigeriana, una pulizia ambientale dovrebbe iniziare entro 24 ore dalla fuoriuscita del petrolio. Dopo tre anni, gli abitanti di Bodo stanno ancora aspettando.© Amnesty International.
  • 174354_Niger Delta women
    Donne sul Delta del Niger, maggio 2013. Una donna del villaggio di Ikarama indica la sua casa vicino al fiume, che è stata inquinato da una fuoriuscita di petrolio. Ha detto ai ricercatori di Amnesty che l'acqua non è più potabile, i bambini che vi fanno il bagno sviluppano irritazioni cutanee, non ci sono più pesci nel fiume. © Amnesty International.
  • 190217_Map_of_Maiduguri_Nigeria. (1)
    Pianta di Maiduguri, Stato di Borno, Nigeria. Indica i luoghi degli attacchi di Boko Haram il 14 marzo 2014. © DigitalGlobe.
  • Nigeria - 1500
    Uno dei massacri documentati da Amnesty International nel suo Rapporto.
  • NIgeria - 1500 morti
    La copertina del Rapporto di Amnesty International sulla Nigeria.
 
 
Pubblicità
Pubblicità
Edicola San Paolo