logo san paolo
martedì 28 giugno 2022
 
Fotogallery

Le visioni misteriose e oniriche di Bosch invadono Venezia

17/02/2017Una Venezia colta attratta, nel Cinquecento, dal mistero e da visioni oniriche. Oltre 50 opere da tutta Europa ruotano attorno ai tre capolavori “veneziani” di Bosch, restituiti al loro splendore. _ Visioni inquietanti, scene convulse, paesaggi allucinati con città incendiate sullo sfondo, mostriciattoli e creature oniriche dalle forme più bizzarre: è questo l’universo di Jheronimus Bosch, affascinante ed enigmatico pittore vissuto tra il 1450 circa e il 1516, ricordato in occasione dei 500 anni dalla morte. A questo straordinario artista, Venezia, unica città in Italia a conservare suoi capolavori, dedica a Palazzo Ducale dal 18 febbraio al 4 giugno 2017 una mostra di grande fascino per il pubblico e di notevole rilevanza per gli studi, il cui punto focale sono proprio le tre grandi opere di Bosch custodite in laguna alle Gallerie dell’Accademia - due trittici e quattro tavole - riportate all’antico splendore: "Il martirio di santa Ontocommernis", "Tre santi eremiti" e "Paradiso e Inferno".

Tag:
 
 
Pubblicità
Pubblicità
Edicola San Paolo