logo san paolo
sabato 25 giugno 2022
 

di Redazione Benessere

Asparago. Il germoglio e il gambo sono ricchi di fibre, detossificanti e diuretici.



NOME SCIENTIFICO
Asparagus o. cinalis (sativus) L. e A. sylvaticus.

FAMIGLIA
Liliaceae.

COME SI CONSUMA
Germoglio: in carpione, lesso, saltato, in frittata, al vapore. Decotto di radici.

COMPONENTI
Acqua (circa 90%), fibre (2,1%), grassi polinsaturi (0,1%), proteine (2,2%), carboidrati (3,9%). Acido aspartico e composti solforati, saponine, polifenoli, olii essenziali. Asparagina. Ricchi in minerali (soprattutto ferro, magnesio, calcio, potassio), vitamine (A, C, D, vitamine del gruppo B). Elevato contenuto di purine.

BENEFICI
Come tutte le liliacee, gli asparagi sono diuretici, antinfiammatori, antipiretici, ipotensivi, detossificanti. In particolare gli asparagi incrementano la diuresi (sia il germoglio commestibile sia il decotto di radici) e attivano le difese immunitarie. I composti solforati in esso contenuti fungono da espettoranti. Favoriscono la produzione di insulina, prevenendo il diabete tipo 2. Per il loro alto contenuto in fibre, sono ideali contro la stipsi.

CONTROINDICAZIONI
Controindicato in caso di allergia all’asparago. Sconsigliato per chi ha problemi renali (poiché forzano la diuresi), di gotta e iperuricemia, per il loro contenuto in purine.

La ricetta
Gratinati al forno

* Nettare gli asparagi, pareggiare i gambi e legarli a mazzi. Cucinarli in acqua bollente lasciando che le punte fuoriescano.
* A metà cottura toglierli dal bagno, slegarli, disporli in una pirofila imburrata, cospargerli di grana padano e di qualche ricciolo di burro chiarificato.
* Passarli in forno preriscaldato a 200 °C, lasciandoli gratinare.

Scopri BenEssere, la rivista che pensa alla tua salute dell'anima

Pubblicità
Edicola San Paolo