Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 13 aprile 2024
 
Risultati ricerca

Risultati di ricerca per tag: "attentato" Trovati 88 contenuti

Fotogallery

Chi sono i 4 terroristi di Mosca. Le foto

25 marzo 2024

Ecco cosa sappiamo dei 4 attentatori materiali.
Su alcuni canali Telegram russi circolano i video degli interrogatori brutali. Uno dei sospetti confessa di essere stato arruolato online con la promessa di una somma in denaro in cambio della partecipazione alla strage: l’uomo è inginocchiato a terra, sostiene di essere arrivato in Russia dalla Turchia il 4 marzo, di aver accettato mezzo milione di rubli -circa 5mila euro- e di esser stato contattato dall’assistente di un fondamentalista sempre su Telegram.
Un secondo presunto terrorista ha subito un trattamento decisamente peggiore: in un diffuso dal sito bierlorusso Nexta e dal quotidiano indipendente Meduza, si vede il sospettato tenuto a terra da alcuni soldati mentre un uomo in mimetica gli taglia un pezzo di orecchio con un coltello e cerca di farglielo mangiare.
Intanto è numerosa la presenza di russi fuori dal Crocus city Hall che portano un fiore ai 137 morti accertati.

Articolo

«Quando Wojtyla dopo l’attentato si fece portare in ospedale le reliquie della Madonna delle Lacrime»

10 dicembre 2023

La rivelazione del segretario di Giovanni Paolo II, il cardinale Stanisław Dziwisz, su un episodio, rimasto segreto, avvenuto dopo il 13 maggio 1981 quando Ali Agca sparò al Pontefice in piazza San Pietro: «In ospedale arrivò l’arcivescovo di Siracusa, Calogero Lauricella, con le reliquie del miracolo e la preghiera del Papa fu esaudita»

Articolo

«I caduti di Nassiriya hanno compromesso la propria pace personale per portarla nel mondo»

12 novembre 2023

Il ricordo dell'Ordinario Militare per l'Italia, monsignor Santo Marcianò, durante la Messa di suffragio per chi ha perso la vita nelle missioni internazionali di pace nel ventesimo anniversario dell'attentato in Iraq: «I nostri fratelli caduti hanno atteso così, assumendo i problemi degli altri, compromettendo la propria pace personale per costruire la pace, portando al mondo il tesoro di Cristo»

Articolo

«Con Shakespeare convinsi i militari a restare nell'inferno di Nassiriya dopo l'attentato»

12 novembre 2023

A vent’anni dalla strage in cui morirono 28 persone, tra cui 19 italiani, il generale Carmelo Burgio, che assunse il comando della missione in quei giorni, racconta la sua verità nel libro Nassiriyah – Dall’attentato alla ricerca della verità (Vallecchi): «I caduti sono stati giustamente onorati, quelli venuti dopo, che rimisero in piedi tutto in una situazione drammatica, dimenticati»

Edicola San Paolo