Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
martedì 23 aprile 2024
 
Risultati ricerca

Risultati di ricerca per tag: "documentario" Trovati 140 contenuti

Video

"Dipinto di Blu", la crociera sul Mediterraneo per sfidare barriere architettoniche e pregiudizi

02 dicembre 2023

Sette giorni sul Mar Mediterraneo, una nave da crociera dalle dimensioni gulliveriane, cinquanta passeggeri speciali: Dipinto di Blu è la storia di queste persone, disabili, che assieme alle loro famiglie, terapisti ed educatori, sfidano le barriere dei pregiudizi e architettoniche. Non mettendo filtri di alcun tipo, vivono intensamente ogni soffio di vento, sciabordio di onde, notti stellate.
Ogni città è nuova, a ogni tappa del viaggio scende e sale un corteo di duecento persone che attraversa strade, viali, raccontando che è possibile vivere insieme, ma non sempre questo messaggio viene accolto. Il blu nelle sue tonalità accompagna questa immersione «empatica e visiva», facendo da sfondo ai protagonisti che si raccontano attraverso la quotidianità e con l’aiuto di una telecamerina di uno di loro per la prima volta mostrano che cosa vedono, che cosa sentono, che cosa chiedono. In questo scivolare sulle acque il contrasto tra una vita fatta di gesti lenti, riabilitazione, gioco, ballo, un gelato, e la frenesia del mondo, intrappolato nella velocità e nel consumo estremo. Tutti sono in viaggio, tutti sono alla ricerca di un nuovo tesoro.
 
«Sicuramente questa iniziativa» afferma la Responsabile del Servizio Nazionale per la Pastorale delle persone con disabilità della CEI, suor Veronica Donatello «aiuta a guardare le persone con disabilità nell'ottica di un progetto di vita e adulte, e quindi di proporre esperienze legate anche al tempo libero e al mondo del desiderare di fare un viaggio. Quando si opera con i disabili si tende a guardare soltanto al mondo dei bisogni, dei bisogni primari. È bello invece che la Fondazione Maic abbia voluto ascoltare il desiderio che alcune persone avevano con i propri familiari di vivere un viaggio e di fare un'esperienza insieme. Sicuramente bisogna riconoscere in questa iniziativa una grande capacità di guardare l'adultità. Il coraggio di Tv2000 di guardare alla persona con disabilità e alla sua vita come un valore aggiunto conferma che la televisione può e deve essere uno strumento al servizio della vita. Un ponte che avvicina e fa conoscere anche realtà molto diverse».
 
«Dipinto di Blu» spiega il direttore di Tv2000, Vincenzo Morgante «identifica lo stile della nostra emittente per contenuti e forma. Una vocazione che, da sempre, ci contraddistingue con originalità nel panorama televisivo italiano. Lo sguardo attento ai problemi del nostro tempo, la valorizzazione di professionalità interne; l'attenzione alle persone, per noi doverosa sia verso i protagonisti delle storie che raccontiamo che verso il nostro pubblico. La disabilità in tv è spesso raccontata come dolore e come bisogno ma manca il racconto della realtà. In questo documentario Tv2000 ha volto lo sguardo a un gruppo speciale di persone e a una vacanza in crociera che per molti di loro ha assunto un significato importante. Basta vedere i loro occhi intrisi di gioia e i volti dei famigliari e accompagnatori. In questo tempo scandito quotidianamente dai bollettini di guerra, abbiamo voluto con forza lanciare un messaggio, una testimonianza di vita e una pari opportunità concreta».
 
«Una esperienza»  racconta il presidente della Fondazione Maic, Luigi Bardelli «per la quale la crociera è, come si dice oggi, la location ritenuta più adatta, perché, oltre ad essere un luogo ‘sicuro’ per il contenimento di tutti i disabili, aveva caratteristiche come la meraviglia, lo stupore, la socializzazione, elementi fondamentali per poter ‘comunicare’ anche con la disabilità grave. Così la presenza di genitori che avrebbero potuto partecipare, con il personale specializzato per la riabilitazione per essere poi protagonisti attivi, ordinariamente, oltre i vari istituti e centri di riabilitazione. Insomma, una proposta perché ognuno, qualunque sia la sua disabilità, possa vivere con diritto nella vita, o con la protesi del personale specializzato, o autonomamente per le disabilità più leggere, e comunque sempre con il coinvolgimento dei famigliari, attivi per un fine, per uscire dall’angoscia e dalla depressione».
 
«Mi hanno commosso gli applausi fuori tempo» commenta il regista Gianni Vukaj «i ragazzi sulle sedie a rotelle che davanti al grande schermo si sono sentiti protagonisti del loro viaggio unico contro il mare di pregiudizi. Senza retorica e cercando di catturare le sfumature e le emozioni, siamo stati testimoni che questi ragazzi non hanno una disabilità, ma una diversa abilità. È come dice Gianluca, uno dei protagonisti del nostro documentario: con questi amici qua (Tv2000), faremo vedere a tutta l'Italia chi siamo noi veramente. Poter "essere visti", considerati, è forse il desiderio nascosto di ognuno: dare la videocamera a Gianluca ha significato proprio questo, vedere il mondo con delle lenti, delle 'ottiche' speciali, crescere, essere stupiti. Come alla Sagrada Familia a Barcellona, dove Gianluca ci ha battuto sul tempo ed è arrivato prima, cogliendo con il suo sguardo qualcosa di unico. Il messaggio più bello? Noi non ci arrendiamo mai».

Discussioni collegate:
Articolo

Il Papa in prima linea per la difesa dell'ambiente e del clima

29 novembre 2023

Stasera su Skytg24, e da domani su Now tv e su Repubblica.it "Earth4All e il mondo di Francesco", un documentario che racconta l’incontro fra il papa e attivisti e scienziati impegnati nella lotta contro il cambiamento climatico per conoscere il pensiero del pontefice e capire come, senza catastrofismo, il pianeta può essere salkvato solo da un sistema multidisciplinare 

Articolo

Quei 2.800 cristiani sterminati a Dachau

29 giugno 2023

Il documentario su Rai 3 in prima serata  La croce e la svastica  indaga sui motivi che portarono i nazisti a deportare e uccidere non solo gli ebrei, ma anche cristiani di 14 paesi d'Europa, e quale ruolo ebbe la Chiesa nella seconda guerra mondiale. Con le voci narranti di Margherita Buy e Stefano Dionisi

Articolo

Quel pasticciaccio brutto del disastro di Ustica

27 giugno 2023

Il 27 giugno 1980 un DC9 dell'Itavia con 81 passeggeri partito da Bologna usciva dai radar nei pressi di Ustica. Non ci furono sopravvissuti. Non è stata mai chiarita del tutto la dinamica dell'incidente. Oggi, sui Rai 3 alle 16, a 43 anni dal disastro, il documentario Luci per Ustica, con le testimonianze di Carlo Lucarelli, Walter Veltroni, Romano Prodi, il cardinale Zuppi...

Edicola San Paolo