Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
giovedì 18 aprile 2024
 
Risultati ricerca

Risultati di ricerca per tag: "industria bellica" Trovati 8 contenuti

Articolo

Ucraina e Taiwan, le crisi gonfiano le spese militari: 2.240 miliardi di dollari nel 2022, è record

24 aprile 2023

Secondo le stime pubblicate dal Sipri, l'autorevole Istituto internazionale di ricerche sulla pace di Stoccolma, l'anno scorso, nel mondo, i Governi hanno aumentato del 3,7% complessivo, in termini reali, i finanziamenti per le forze armate e per l'acquisto di sistemi d'arma. Crescono gli stanziamenti Usa. Impennata di Russia, Cina e Nato in generale. Segnalati anche significativi incrementi di India, Arabia Saudita ed Etiopia

Articolo

«Italia, smetti di vendere armi a chi fa guerre»: il monito di Pax Christi

12 ottobre 2019

«Alla Turchia, spiegano gli esperti di Rete Disarmo, abbiamo venduto negli ultimi 4 anni 890 milioni di euro in armamenti.  Nel 2018 sono state concesse 70 licenze di esportazione definitiva. Tra i materiali autorizzati: armi o sistemi d’arma di calibro superiore ai 19.7 millimetri, munizioni, bombe, siluri, razzi, missili e accessori oltre ad apparecchiature per la direzione del tiro, aeromobili e software. La guerra è pura follia, disse già san Giovanni XXIII nella Pacem in terris», ricorda in questo intervento don Renato Sacco.

Articolo

Economia a mano armata, spese militari: nuovo boom

07 aprile 2016

Nel 2015 gli affari per riempire gli arsenali hanno registrato un incremento dell'1 per cento rispetto al 2014: il business vale ora 1700 miliardi di dollari. Aumenti consistenti in Asia, Oceania, Europa centrale e Medio Oriente; gli stanziamenti diminuiscono in Europa occidentale, Africa e America latina.

Edicola San Paolo