logo san paolo
mercoledì 29 giugno 2022
 
Risultati ricerca

Risultati di ricerca per tag: "Pax Christi" Trovati 46 contenuti

Articolo

Giù le armi, Italia: economia e politica costruiscano la pace

01 agosto 2017

Cent'anni fa esatti, era il primo agosto 1917, Benedetto XV definì il primo conflitto mondiale una «inutile strage». Ma il nostro Paese sembra non aver memoria di quell'accorato appello. «Vendiamo bombe all’Arabia Saudita che bombarda e uccide nello Yemen, costruiamo un’altra portaelicotteri, le nostre esportazioni belliche aumentano. Vangelo e Costituzione, però, dicono ben altro», ragiona don Renato Sacco, di Pax Christi.

Articolo

C’è chi pratica la pace in mezzo ai conflitti

01 gennaio 2017

A Bologna, il 30 e 31 dicembre, c’è il convegno nazionale di Pax Christi. Vi partecipano anche alcuni dei gruppi che praticano la non violenza e l’interposizione pacifica nelle situazioni di conflitto. Alberto Capannini, ad esempio, lo fa con Operazione Colomba, il corpo non violento di pace della Comunità Papa Giovanni XXIII. Come? Lo spiega lui stesso

Articolo

Il 4 novembre, la festa di tutti:
per costruire la pace

04 novembre 2016

Il richiamo di Pax Christi: il ricordo dei tantissimi morti causati dai conflitti deve spronarci verso il ripudio definitivo della guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali. Il presidente Sergio Mattarella all'Altare della Patria.  

Articolo

Guerra e pace: Italia, dov'è la vittoria?

04 novembre 2015

La Prima guerra mondiale causò in tutto circa 26 milioni di morti, tra militari e civili. Papa Benedetto XV la definì «un'inutile strage». Come ricordarne la fine, quasi cent'anni dopo? Una riflessione di don Renato Sacco, coordinatore nazionale di Pax Christi. 

Articolo

Suor Alicia e i muri da abbattere

28 giugno 2015

Come comboniane ci siamo chieste come restare cristiane in questa realtà di conflitto, in una situazione costante di violenza, come restare una presenza di riconciliazione». Le parole sono della missionaria comboniana Alicia Vacas Moro. Le religiose sono a Betania, vicino a Gerusalemme. La presenza di riconciliazione l’hanno realizzata difendendo il diritto dei bambini palestinesi di andare a scuola, ma anche denunciando e combattendo la tratta dei migranti in Israele. Per queste ragioni a suor Alicia e alle sue consorelle Pax Christi ha anche assegnato il Premio “Ponti e non muri 2015”.

Edicola San Paolo