Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
giovedì 30 maggio 2024
 
Risultati ricerca

Risultati di ricerca per tag: "russia" Trovati 287 contenuti

Video

In diretta streaming dalle 10 l'incontro con i movimenti popolari italiani per "Arena di Pace"

18 maggio 2024

Nell'anfiteatro romano, simbolo della città, Francesco risponde ad alcune domande che sono emerse dai tavoli di lavoro riunitisi nei mesi scorsi per approfondire cinque ambiti tematici strettamente legati al tema della giornata “Giustizia e pace si baceranno”. I temi sono: “Migrazioni”, “Ecologia integrale e stili di vita”, “Lavoro, economia e finanza”, “Diritti e democrazia”, “Disarmo”. Nel corso della mattinata, un doppio collegamento con la Terra Santa, uno in Israele e uno in Cisgiordania, per poter fare simbolicamente incontrare israeliani e palestinesi

Discussioni collegate:
Fotogallery

Missili russi sul castello di "Harry Potter" di Odessa

30 aprile 2024

Almeno cinque persone sono state uccise da un attacco missilistico russo compiuto oggi a Odessa, nel sud-ovest dell’Ucraina, sul mar Nero. Il governatore della regione, Oleh Kiper, ha detto che sono state ferite 32 persone, di cui otto in modo grave, e che oltre a quelle uccise nell’attacco un uomo è morto a causa di un infarto che si pensa sia legato all’evento.
L’attacco ha provocato un incendio nell’edificio colpito, che è conosciuto come “il castello di Harry Potter” per via dello stile delle sue guglie. Ospita da tempo un’università privata di giurisprudenza

Articolo

Spesa militare, nel 2023 aumento record: 2.443 miliardi di dollari. In testa Usa e Cina

23 aprile 2024

La Russia cresce del 24% come Israele, la Nato spende il 55% dell'importo mondiale. «Gli Stati stanno dando priorità alla forza militare, ma rischiano una spirale di azione-reazione nel panorama geopolitico e di sicurezza sempre più instabile», spiega il l’Istituto internazionale di ricerche sulla pace di Stoccolma (SIPRI) che ha diffuso i dati. E l’Italia? «Nel 2024 spenderà circa 28,1 miliardi di euro, con un aumento di oltre 1400 milioni rispetto al 2023», denuncia Rete Disarmo

Fotogallery

Chi sono i 4 terroristi di Mosca. Le foto

25 marzo 2024

Ecco cosa sappiamo dei 4 attentatori materiali.
Su alcuni canali Telegram russi circolano i video degli interrogatori brutali. Uno dei sospetti confessa di essere stato arruolato online con la promessa di una somma in denaro in cambio della partecipazione alla strage: l’uomo è inginocchiato a terra, sostiene di essere arrivato in Russia dalla Turchia il 4 marzo, di aver accettato mezzo milione di rubli -circa 5mila euro- e di esser stato contattato dall’assistente di un fondamentalista sempre su Telegram.
Un secondo presunto terrorista ha subito un trattamento decisamente peggiore: in un diffuso dal sito bierlorusso Nexta e dal quotidiano indipendente Meduza, si vede il sospettato tenuto a terra da alcuni soldati mentre un uomo in mimetica gli taglia un pezzo di orecchio con un coltello e cerca di farglielo mangiare.
Intanto è numerosa la presenza di russi fuori dal Crocus city Hall che portano un fiore ai 137 morti accertati.

Articolo

Putin rafforza la sua presa sulla Russia

18 marzo 2024

La scontata rielezione  per un quinto mandato presidenziale con più dell'87 per cento dei voti, gli consente di restare al potere fino al 2030 e anche oltre. Il suo futuro si giocherà più in Ucraina che in patria

Articolo

Il cardinale Parolin: «Per arrivare ai negoziati bisogna che la Russia cessi il fuoco»

12 marzo 2024

Dopo le parole sull'Ucraina di papa Francesco alla Radio Televisione Svizzera, interviene il Segretario di Stato vaticano in un’intervista al Corriere della Sera: «La Santa Sede continua a chiedere il “cessate il fuoco” — e a cessare il fuoco dovrebbero essere innanzitutto gli aggressori — e quindi l’apertura di trattative. Il Santo Padre spiega che negoziare non è debolezza, ma è forza. Il mondo rischia un'escalation nucleare»

Edicola San Paolo