logo san paolo
martedì 22 giugno 2021
 
A 100 anni dalla nascita
 

Andrea Zanzotto, le due grandi lezioni di un maestro nato 100 anni fa

16/03/2021  L'uso di una parola che sappia dare senso al mondo e un rapporto armonico con l'ambiente: ecco l'eredità del maestro di Pieve di Soligo. Intanto parte un programma di eventi per commemorarlo intitolato "Zanzotto 100"

ANDREA ZANZOTTO COMPIE 100 ANNI 

La distanza storica permette di definire la grandezza di una vita. Ora, a 100 anni dalla nascita (10 ottobre 1921) e a 10 dalla morte (18 ottobre 2011) sappiamo che Andrea Zanzotto è stato un grande poeta, una della massime voci del Novecento - così ricco di poeti di assoluto valore - scoperto per primo da Ungaretti e oggi fra i più tradotti al mondo. 

La sua grandezza la misuriamo dalla strabiliante attualità dei suoi versi, del suo insegnamento, sebbene nulla di moralistico sia rintraccabile nella sua opera. Ecco dunque le due lezioni del letterato di Pieve di Soligo.

LA PAROLA CHE SALVA

Praticandola in maniera quasi ossessiva, Zanzotto ci ha illuminato sul senso e il valore della parola: una parola che non va mai detta superficialmente, va ricercata, raffinata, perché in essa si può "risolvere" il mondo, trasfigurarlo, superandone il male intrinseco e restituendogli appunto un senso. L'esercizio di un linguaggio che non sia mai superfluo, retorico, vano o volgare è l'atto etico che la sua vita, ancor prima della sua opera, ci ha lasciato. 

Pensiamo per un istante a quale significato può avere questa testimonianza per noi uomini di questi tempi, sommersi dalle parole, dai messaggi, dalle informazioni; storditi dal brusio ininterrotto dei social; stanchi di parole logore che, anziché dare una forma al mondo, lo confondono, rendendolo più opaco e perciò più brutto, deprivandolo della sua bellezza intrinseca. Parole che rivelano, non confondono.

LA FRATTURA FRA L'UOMO E L'AMBIENTE

Ancor prima che l'ecologia diventasse un'istanza condivisa e per certuni anche una moda, Zanzotto ha colto i segni di una dolorosa frattura fra l'uomo e l'ambiente. È stato definito il "poeta del paesaggio", espressione da non intendere romaticamente come una mera propensione a descrivere la bellezza della natura e i danni inferti dall'invadenza antropica, ma come sofferta e profetica intuizione di un dramma che stava attanagliando la realtà. 

L'uomo non può essere felice se non ritrova un rapporto corretteto e armonico con la dimensione naturale, come ci sta drammaticamente ricordando in questi mesi la pandemia, segno di un malessere del paesaggio nei confronti dell'aggressività umana. 

LE CELEBRAZIONI PER IL CENTENARIO

Per sottolineare questo importante anniversario il Comitato promotore annuncia un programma di appuntamenti che, durante il 2021, metterà al centro Zanzotto e i temi a lui cari: la poesia, il paesaggio, il territorio. I festeggiamenti, sotto il titolo di Zanzotto 100, sono organizzati dal Comitato con la Fondazione Casa Paterna di Andrea Zanzotto, sostenuti dalla Regione Veneto e realizzati in partnership con il Comune di Pieve di Soligo, città natale del poeta e già finalista al titolo di Capitale italiana della cultura 2022 con un progetto sul dialogo tra cultura e territorio in cui spiccava la figura del grande poeta pievigino.

Cinque, come i sensi del nostro corpo, i momenti fondamentali del calendario intorno alle quali si strutturerà un programma ben più ampio, che dal cuore di Pieve si allargherà a tutto il Veneto, per muoversi verso il resto d’Italia e d’Europa.

Il primo appuntamento è previsto il 20 e 21 marzo in occasione della giornata mondiale della poesia: una due-giorni di incontri, reading, musica, riflessioni e confronti in diretta streaming da Pieve di Soligo e in collaborazione con Radio3 Rai che, durante la giornata, affiancherà le figure di Andrea Zanzotto e di Dante Alighieri, di cui ricorre il settecentenario della morte.

La seconda tappa centrale è programmata per il 21 giugno, con la presentazione dei percorsi ciclopedonali che mettono al centro il paesaggio, elemento fondamentale della poetica di Zanzotto. Gli itinerari, gratuiti e aperti a tutti, da percorrere a piedi o in bici, permetteranno di immergersi nei luoghi, all’interno di quel perimetro che lo ispirava e gli consentiva di comporre. Saranno spazi di lettura e di co-creazione poetica, senza alcuna invasività dal punto di vista della percezione fisica, ma tutti disponibili in sede virtuale. Curati da Fabio Dal Pan, vedranno una forte collaborazione con le Associazioni del territorio.

Il programma culminerà il 10 ottobre, giorno dell’anniversario, con il terzo grande momento, l’inaugurazione della Casa Paterna, restaurata e recuperata per divenire un luogo in cui fruire della poesia di Zanzotto in chiave contemporanea. Nello stesso momento sarà presentato il sito ufficiale, una vera e propria porta sulla figura, la storia e la poetica di Andrea Zanzotto.

A fianco dei tre grandi momenti sopra descritti, un quarto pilastro del centenario sarà la messa a disposizione della comunità poetica mondiale di un sito internet in italiano e inglese in cui saranno inserite tutte le opere, i filmati, le recensioni e i collegamenti con gli altri poeti, scrittori e artisti amici di Zanzotto, a partire da Mario Rigoni Stern, di cui ricorre in contemporanea il centenario della nascita.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 53,90 - 14%