logo san paolo
domenica 14 agosto 2022
 

Ponte Morandi, il punto a 4 anni dal disastro di Genova

L'ANNIVERSARIO

Il 14 agosto del 2018 il ponte Morandi ha trascinato nel suo crollo le vite di 43 persone. Quattro anni dopo è iniziato il processo che dovrà far luce sulle responsabilità della vicenda. Ecco a che punto siamo

Commenta
0
 
I vostri commenti

    L'articolo non ha ancora alcun commento

    IL RICORDO

    Addio Piero Angela, il maestro della scienza alla portata di tutti cui dobbiamo moltissimo


    A 93 anni ci lascia il grande divulgatore scientifico. L'annuncio su Facebook del figlio Alberto: "Buon viaggio papà"

     
    PARI OPPORTUNITÀ

    Maria Sole Ferrieri Caputi, la prima donna ad arbitrare partite maschili in Serie A, si racconta a Famiglia Cristiana nel numero in uscita. Ma chi sono e quante sono le donne che dirigono gare nel calcio? Scopriamolo

    la testimonianza

    È l’appello della scrittrice Mariangela Tarì (in copertina mentre riceve il premio per "Il precipizio dell'amore", Mondadori)...

    anniversario

    Bilancio e analisi a un anno dalla caduta di Kabul (15 agosto 2021) e dalla salita al potere degli "studenti islamici". Sul numero di Famiglia Cristiana in edicola la testimonianza del fisioterapista italiano che dal 1990  opera nel tribolato Paese degli aquiloni per il Comitato internazionale della Croce Rossa

    udienza generale

    Francesco dedica l’udienza generale alla vecchiaia come “tempo proiettato al compimento” e avverte: «La sicumera di fermare il tempo – volere l'eterna giovinezza, il benessere illimitato, il potere assoluto – non è solo impossibile, è delirante». Ricorda il «popolo di Ucraina, che ancora soffre questa guerra così crudele» e invita a pregare per i migranti che «stanno arrivando»

    la recensione

    Uno scritto inedito, senza data, sulla guerra e le reazioni dell’Occidente nell’ultimo libro di Giancarlo Piccini Anticorpi di pace (San Paolo): « La guerra è una recidiva preoccupante. Ciò che mi affligge di più in questa ripresa del conflitto», scrive il vescovo salentino, «sono due cose. Il terrore di dover ripetere, in un mondo di sordi, le stesse argomentazioni contro la guerra; di dover risentire le filastrocche sul pacifismo a senso unico»

    Pubblicità

     

    UN SANTO MODERNO

    Il 6 agosto 1978 morì Paolo VI, cui tanto deve la stagione di riforma che stiamo vivendo. Fu lui, chiudendo il Concilio, a parlare di una Chiesa «samaritana», «ancella dell'umanità», più incline a «incoraggianti rimedi» che a «deprimenti diagnosi», a «messaggi di fiducia» che a «funesti presagi»

    fine vita

    «La persona malata», è l’analisti del professore Luciano Eusebi dell’Università Cattolica di Milano, «non era tenuta in vita da trattamenti di sostegno vitale. Il che evidenzia come attraverso l’autodenuncia di Marco Cappato s’intenda sollevare una nuova vicenda giudiziaria che spinga a legittimare l’aiuto al suicidio oltre i limiti fissati dalla Corte costituzionale»

    in abruzzo

    Il riconoscimento, suddiviso in diverse sezioni, intitolato al sacerdote paolino che guidò "Famiglia Cristiana" dal 1954 al 1980, è stato inaugurato quest'anno. La premiazione si è svolta il 6 agosto. Presidente della giuria della prima edizione Maria Concetta Mattei

    dopo 400 anni

    C’è una milizia, che spara, ma non per fare la guerra. Spara a salve, per onorare un voto alla Vergine  fatto nel 1622. E un paese intero, Bannio (Verbania), comune di montagna nella valle Anzasca ai piedi del Monte Rosa, ogni anno tiene fede a una promessa solenne

    anniversari

    Il 4 agosto del 2020, poco dopo le 18, una terrificante esplosione devastò la zona del porto di Beirut provocando 248 morti, 7 mila feriti e 300 mila sfollati. L'inchiesta arranca, mentre il Paese è in ginocchio.

    reportage

    «Pechino minaccia da 70 anni un’invasione. Non possiamo vivere nell'angoscia», dicono gli abitanti dell'isola. Taiwan non era ostile alla riunificazione, ma poneva condizioni. Rifiutate. La durezza della Cina comunista non ha pagato: perfino il Guomindang, il partito più vicino a Pechino è ormai critico verso le posizioni di Xi Jinping e ha apprezzato la visita della Pelosi. In esclusiva, una testimoninaza di padre Bernardo Cervellera

    I libri più venduti

    Verso la prima campanella

    Una ricerca di Fondazione Gimbe e Associazione Nazionale presidi, presentata il 26 luglio, rivela che solo pochissime scuole hanno investito sulla sicurezza dell'aria, principale veicolo di trasmissione, mentre troppi istituti non sono stati adeguatamente aggiornati sulle conoscenze recenti in tema di contagio 

    NUOVI ITINERARI

    Riconosciuta come itinerario Culturale europeo dal Consiglio d’Europa, la via Europea della fiaba partirà e arriverà a Collodi dove si celebra il noto burattino di legno. Tanti gli altri protagonisti nel Vecchio Continente: il greco Ulisse, il francese Piccolo Principe,  il tedesco Pierino Porcospino

    il ricordo

    Il saluto dei compagni di classe di Alessia Pisanu, una delle due sorelle (nella foto di copertina) che hanno perso la vita...

    civitanova marche

    Le reazioni dopo il pestaggio a morte del nigeriano Alika Ogorchukwu a Civitanova Marche. Don Vinicio Albanesi: «È come se la vita umana, la vita degli altri non contasse più nulla». Don Luigi Ciotti: «Il male non è solo di chi lo commette ma anche di chi guarda e lascia fare oppure volge lo sguardo altrove». Lo psichiatra Crepet: «Problema di integrazione evidente»

    Dopo un fine settimana di tensione è stata rinviata di un mese l'entrata in vigore delle nuove norme che vietano l'uso di...

    oggi la giornata internazionale

    Il 50% costretto a subire sfruttamento sessuale e il 38%, circa 25 milioni di persone, soggetto a lavoro forzato. Il caso Tanzania dove opera l'Ong WeWorld: «La violenza fisica è molto radicata nelle tradizioni, nella cultura e nelle norme del paese, e pratiche quali le punizioni corporali sono comuni e accettate sia nell’ambiente domestico che a scuola»

    l'iniziativa

    Inaugurata venerdì dall’arcivescovo Mimmo Battaglia: «Più che una casa famiglia è una casa della pace, perché in questo luogo si vuole sperimentare la pace, e tutti possiamo imparare ad essere artigiani di pace». Accoglierà madri e bambini in fuga dalle guerre

    il racconto

    A San Giuliano Milanese i funerali della bimba abbandonata in casa dalla madre e morta di stenti. Il parroco: «C'è una comunità che non si rassegna e vuole costruire un modo di vivere diverso». Il messaggio dell’arcivescovo Delpini: «Ogni solitudine dovrebbe trovare rimedio nell'attenzione recipro

     
    Le iniziative di Famiglia Cristiana
     
    Multimedia
    A colloquio con il padre
    Calendario
    Liturgia del giorno

    Gs 24,14-29; Sal 15 (16); Mt 19,13-15
       

    Nato l’8 gennaio 1894 presso Lodz in Polonia e battezzato come Raimondo, nel 1907 fu accolto dai frati Minori Conventuali di Leopoli dove prese il nome di Massimiliano Maria. Dal 1912 al 1919 completò a Roma gli studi laureandosi in filosofia e in teologia, ma fu sempre interessato anche alla fisica e alla matematica, arrivando persino a progettare alcuni tipi di aerei. Fu ordinato sacerdote nel 1918. A Roma, dopo avere assistito ad un corteo di massoni che inalberavano uno stendardo in cui Lucifero schiacciava san Michele Arcangelo, per propagandare la devozione alla Vergine (colei che schiacciò la testa al serpente) fondò la “Milizia di Maria Immacolata” e, tornato in Polonia, la rivista “Il Cavaliere dell’Immacolata”; inoltre curò la costruzione di un convento a 40 km da Varsavia, che chiamò “Niepokalanów”, Città dell’Immacolata che, nel giro di 10 anni, arrivò a contenere ben 762 religiosi, tra sacerdoti, chierici e frati laici. Nel 1930 si recò a Nagasaki, in Giappone e anche lì realizzò una comunità francescana sul tipo di Niepokalanów: “Mugenzai no Sono” (Giardino dell’Immacolata). Tornato in Polonia, si dedicò soprattutto all’attività vocazionale ed editoriale. Al “Cavaliere dell’Immacolata”, che raggiunse la tiratura di 750 mila copie, egli affiancò “Il Piccolo Giornale” con 130 mila copie nei giorni feriali e 250 mila in quelli festivi. Con l’invasione nazista della Polonia fra Massimiliano fu arrestato il 17 febbraio 1941 e deportato ad Auschwitz dove, in agosto, essendo evaso un detenuto dal lager, dieci suoi compagni furono chiusi in un bunker per morirvi di fame. Poiché uno dei prescelti urlava dal dolore pensando alla moglie e ai figli, il santo ottenne di sostituirsi a lui, e assistette tutti aiutandoli a morire cristianamente. Il 14 agosto, essendo ancora vivo, fu ucciso con una iniezione di fenolo. Giovanni Paolo II lo canonizzò nel 1982: alla cerimonia era presente anche l’uomo salvato da lui, Francesco Gajowniczek.

    Oggi puoi leggere GRATIS Famiglia Cristiana, Benessere, Credere, Jesus, GBaby e il Giornalino! Per tutto il mese di agosto sarà possibile leggere gratuitamente queste riviste su smartphone, tablet o pc.

     
    Il vangelo della famiglia
    Rito Romano / Rito Ambrosiano
    Il Caso della Settimana
     
    Le iniziative San Paolo
     
    I blog selezionati
    Il buongiorno di don Lillo
    Don Lillo Drogo

    Un podcast al giorno. Medita e prega con noi

    Uno spazio con musica, canti, testimonianze, preghiere per accompagnare la tua...

    Rito romano
    Laura Paladino

    XX domenica del Tempo Ordinario (anno C) - 14 agosto 2022

    La perseveranza della Croce, via di pace   Ho un battesimo nel quale sarò...

    Rito ambrosiano
    Padre Giulio Michelini

    Domenica 14 agosto 2022 - X dopo Pentecoste

    Le parole di Gesù che ascoltiamo nel Vangelo sono pronunciate appena dopo che...

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    Edicola San Paolo