logo san paolo
domenica 05 febbraio 2023
 

«Pace subito perché i profughi possano tornare a casa»

dossier

Papa Francesco incontra gli sfollati del Sud Sudan e ascolta le testimonianze di bambini che non riescono ad andare a scuola e a giocare, che non hanno casa né futuro. Per loro, e per tutto il Paese, il Pontefice torna a chiedere che si metta subito fine ai conflitti

Commenta
0
 
I vostri commenti

    L'articolo non ha ancora alcun commento

    IL PERSONAGGIO

    Jonathan Bilari, lo speaker del Papa: «Pace e democrazia, le sue due parole che porto con me»


    Ha 30 anni, è giornalista e presentatore in Tv. Ha animato due eventi durante la visita di Jorge Mario Bergoglio nella Repubblica democratica del Congo. «Ha parlato di un vero Stato di diritto, da costruire insieme, concretamente, non un semplice slogan»

    Altri articoli


    «Il Congo siamo noi, il Papa ci sprona a essere sempre più responsabili» African Dreamers: le donne che vogliono cambiare l'Africa
    Commenta
    0
     
    I vostri commenti

      L'articolo non ha ancora alcun commento

       
      anticipazione

      Esce il 9 febbraio Don Roberto Malgesini-Non c'è pace senza perdono (San Paolo), il libro dell'ex detenuto Zef Karaci in cui racconta come gli incontri con il sacerdote ucciso a Como nel 2021 gli abbiano cambiato la vita

      storie

      Grande successo anche tra i giovani della terza stagione di "Mare fuori" disponibile su Rai Play, che racconta  le storie, i sogni, il coraggio e la voglia di riscatto di un gruppo di giovani detenuti in un carcere a picco sul mare. La testimonianza di don Gennaro Pagano che attraverso la Cittadella dell’inclusione reintegra nella società gli ex carcerati

      LA RISPOSTA

      Sette titoli italiani, una lunga militanza di successo nella Nazionale di karate, da vent'anni è una religiosa nella Fraternità francescana di Betania. Ecco come ha risposto alla provocazione di Fedez

      FARSI UN'IDEA

      Chi è Alfredo Cospito e che storia ha il detenuto ora trasferito a Opera che sta facendo lo sciopero della fame, che legame ha la sua vicenda con gli attacchi alle sedi diplomatiche italiane all'estero

      FARSI UN'IDEA

      L'arresto di Matteo Messina Denaro prima e il "caso Cospito" poi hanno portato d'attualità il cosiddetto "41 bis", ma perché si chiama così questo regime carcerario e che cosa è esattamente? Ecco la sua storia  

      il dibattito

      L’analisi del professore Marco Lombardi dell’Università Cattolica di Milano sulle polemiche per l’intervento del presidente ucraino al festival: «È ancora un uomo di spettacolo, per alcuni un presidente da avanspettacolo, in ogni caso sa usare la comunicazione del circo mediatico e bellico. Tocca a lui valutare i rischi della sovraesposizione a cui potrebbe arrivare»

      SCUOLA

       «La definizione "liceo", aggiunta recentemente, nobilita i vari corsi di studi. Ma il classico cala perché pretende un impegno costante e rigoroso. Bene scegliere gli istituti tecnici, danno un'utile formazione» commenta la nostra esperta Paola Spotorno

      chiesa

      L'organizza la parrocchia di San Pietro in Sala dove opera il sacerdote psicoterapeuta don Domenico Storri. Sette giorni di eventi per sensibilizzare l'opinione pubblica su una malattia difficile e troppo spesso sottovalutata

      genitori e figli

      Lo psicoterapeuta Alberto Pellai commenta il monologo diventato virale sui social del regista: «Anche se maldestri e fragili, noi genitori siamo alle prese con problemi che tu, da ragazzo, non avevi, a cominciare dalla droga digitale»

      america latina

      Il Paese è in preda alle proteste, spesso represse con violenza da parte dell'esercito e delle forze dell'ordine. La crisi...

      Pubblicità

       

      FICTION E REALTÀ

      Ecco chi era la donna cui l'arte di Milano deve alcune delle sue opere più importanti, salvate grazie al suo impegno dalle bombe e dalla razzia nazista. Scopriamo il suo lato umano, politico, cristiano

      sanità

      In esclusiva su Interris.it l'intervista alla dottoressa Alessandra Moraca, responsabile nazionale del Sindacato medici italiani. Tutte le falle del sistema: dai turni gravosi alle retribuzioni poco adeguate, fino all'incognita sul rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro

      Pubblicità

      unione europea

      Sgravi contributivi e finanziamenti per chi adotta la certificazione. Al via le domande all'Inps. Ecco come funziona

      cosa nostra

      A colloquio con lo storico Giuseppe Carlo Marino: «La lunga latitanza di un boss del genere è una specie di grande “buco nero” dentro il quale ci sono parecchi misteri irrisolti della storia nazionale»

      I libri più venduti

       
      Le iniziative di Famiglia Cristiana
       
      Multimedia
      A colloquio con il padre
      Calendario
      Santo del giorno
      Sant'Agata
      Video
       
      Liturgia del giorno

      Sir 47,2-13 (NV) [gr. 47,2-11]; Sal 17 (18); Mc 6,14-29
         

      Cresciuta in una famiglia illustre e ricca, sentì presto il desiderio di donarsi totalmente a Cristo e a 15 anni ricevette dal vescovo il velo rosso portato dalle vergini consacrate, dedicandosi poi a varie attività all’interno della comunità cristiana. Nell’anno a cavallo tra il 250 e il 251 giunse a Catania il proconsole Quinziano per far rispettare l’editto imperiale che chiedeva ai cristiani l’abiura pubblica della loro fede. Costui, affascinato da Agata, le ordinò di adorare gli dei e al suo secco rifiuto la affidò per un mese alla cortigiana Afrodisia con lo scopo di corromperla. Fallito anche questo tentativo, avviò un processo di cui conosciamo i dialoghi tra lei e il suo accusatore. Tradotta in carcere fu sottoposta a tortura, le fu strappata la mammella, ma nella notte San Pietro la visitò risanandole le ferite. Allora Quinziano la fece porre nuda su cocci di vasi e carboni ardenti, ma un terremoto fece crollare l’edificio seppellendovi i carnefici. Sottoposta al supplizio dei carboni ardenti, secondo la tradizione, mentre il fuoco bruciava le sue carni, il velo che lei portava rimase intatto. Nel primo anniversario della morte, una violenta eruzione dell’Etna minacciava di seppellire Catania ma gli abitanti, compresi molti pagani, presero il velo deposto sul suo sepolcro usandolo come scudo contro la lava, che immediatamente si arrestò. Da questo episodio si sviluppò lo straordinario culto dedicatole dalla città, di cui è patrona. Ancora nel 1886, il velo fermò la lava al borgo Nicolosi, posto sulle pendici del vulcano. Nel 1040 il corpo della martire fu trafugato e portato a Costantinopoli, ma nel 1126 due soldati della corte imperiale, ai quali era apparsa la santa, lo riportarono a Catania con una nave. Il nome di Agata fu inserito nel canone della Messa romana e in quello ambrosiano e ravennate. Il suo culto è ampiamente diffuso non solo in Italia, ma in tutto il mondo: è compatrona di Malta insieme a san Paolo, come pure della Repubblica di San Marino.

          

      Neis, scopria la nuova ed elegante enciclopedia illustrata dei santi
       
      Il vangelo della famiglia
      Rito Romano / Rito Ambrosiano
      Il Caso della Settimana
       
      Le iniziative San Paolo
       
      I blog selezionati
      Il buongiorno di don Lillo
      Don Lillo Drogo

      Un podcast al giorno. Medita e prega con noi

      Uno spazio con musica, canti, testimonianze, preghiere per accompagnare la tua...

      Rito romano
      Laura Paladino

      V domenica del Tempo Ordinario (anno A) - 5 febbraio 2023

      Gustare e vedere la bontà del Signore   Voi siete il sale della terra;...

      Rito ambrosiano
      don Pietro Guzzetti

      Domenica 5 febbraio 2023 - V dopo l'Epifania

      In questa domenica il Vangelo ci presenta il ritorno di Gesù a Cana, dove...

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
      Edicola San Paolo