logo san paolo
lunedì 11 novembre 2019
 
la storia
 

Le Fontanelle di Montichiari diventano Santuario diocesano

16/09/2019  Sarà dedicato a Maria Rosa Mistica. Il riconoscimento ufficiale da parte della diocesi di Brescia nel luogo, meta incessante di pellegrinaggi, dove nel 1966 la Vergine sarebbe apparsa a Pierina Gilli. Resta sospeso il giudizio sulle presunte apparizioni

Una notizia importante ha raggiunto i fedeli della diocesi di Brescia e ancor più tutti quei credenti, veramente numerosissimi e sparsi in tutto il mondo, che hanno trovato conferme alla loro vita di fede nelle presunte apparizioni della Madonna a Montichiari, nei titoli di Maria Rosa Mistica e Madre della Chiesa: la Fondazione Rosa Mistica, che è emanazione della Diocesi di Brescia, da cui Montichiari dipende, e subito a seguire il Giornale di Brescia, il quotidiano legato alla Chiesa locale, hanno comunicato in via ufficiale che il Vescovo Pierantonio Tremolada, in pieno accordo con le Congregazioni vaticane per la Dottrina della Fede e per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, presiedute rispettivamente dai cardinali Luis Francisco Ladaria Ferrer e Robert Sarah, si è pronunciato per la Costituzione di un Santuario Mariano di diritto diocesano alle Fontanelle di Montichiari, laddove cioè la Santa Vergine sarebbe apparsa nel 1966.

Secondo la sua testimonianza, Pierina Gilli di Montichiari, un’umile infermiera e aspirante suora, ricevette qui anche diversi messaggi per la Chiesa e il mondo intero in alcune date importanti: la Domenica in Albis – quando la Madonna benedisse la sorgente e promise grazie per chi vi si fosse accostato con fede, significativamente nel giorno in cui anni dopo san Giovanni Paolo II avrebbe istituito la Festa della Divina Misericordia –, il 13 maggio, nell’anniversario di Fatima, il 9 giugno, per la Festa del Corpus Domini. Queste celesti manifestazioni seguivano a distanza di anni un primo ciclo di apparizioni che culminarono nel giorno dell’Immacolata del 1947 nel Duomo di Montichiari, quando la stessa Gilli vide discendere e risalire la Madre della Chiesa da una Scala santa, apparsa con una porzione di Paradiso nel cuore della Basilica di Montichiari. La veggente, che ebbe rivelazioni private per tutta la vita, collegava sinteticamente la Venuta della Vergine al messaggio delle tre rose che Ella portava sul petto e riconducibili simbolicamente all’esigenza per i credenti, e in particolare per i consacrati – a cui in modo speciale ed esplicito questa mariofania è rivolta – un percorso di preghiera, sacrificio e penitenza per una nuova indispensabile conversione dei cuori, perché il mondo e la Chiesa escano dai miasmi dell’ateismo per riscoprirsi nuovamente nel disegno di Dio.

Il giudizio sulle apparizioni resta sospeso

La Gilli – di cui ora sono pubblicati i Diari con i messaggi (Ares) – condusse un’esistenza nascosta e a detta di chi le stette vicino santa, conquistandosi la piena fiducia dei parroci di Montichiari, delle suore Ancelle della Carità e poi delle Francescane del Giglio presso cui visse religiosamente in seguito, nonché dei suoi conterranei e di una moltitudine di devoti da ogni parte del pianeta (anche cinesi, cingalesi, africani e sudamericani…) che, venutene a conoscenza mediante un sorprendente passa parola, hanno aderito negli anni all’evento. Ne sono seguiti un flusso inarrestabile di pellegrinaggi e la continua attestazione, e da più parti, di una messe copiosa di guarigioni fisiche e spirituali. Ragione per cui studiosi di provata fede come Fratel Ettore Boschini (che in coppia con Andrea Tornielli ha pubblicato Il miracolo di Rosa Mistica di cui è stato diretto strumento e testimone), Vittorio Messori, l’abbé René Laurentin, monsignor Enrico Galbiati (autore del volume Maria Rosa Mistica e Madre della Chiesa) e padre Stefano De Fiores hanno additato all’autorità della Chiesa, il cui giudizio resta sospeso come per altre mariofanie, questo luogo, il messaggio e la veggente come degni di fede.

«Alle Fontanelle», commenta monsignor Marco Alba, cancelliere di Curia e delegato del vescovo di Brescia per la Fondazione Rosa Mistica, in un’intervista sul settimanale Maria con te, «si contano da anni moltissimi frutti buoni, che la Chiesa mediante la costituzione del Santuario ora riconosce, porta a maturazione e custodisce nel pieno della sua materna presenza e autorità. Questo riconoscimento non coincide con l’approvazione formale delle apparizioni, ma si inserisce in un processo di studi che la Diocesi ha rilanciato e porta avanti con grande prudenza e grande apertura di discernimento».

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 88,40 € 52,80 - 40%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%