logo san paolo
domenica 23 settembre 2018
 
Lutto
 

Addio a padre Lorenzetti, una bussola per orientarsi tra i problemi dell'etica e della morale

08/03/2018  Sapeva affrontare qualunque argomento spinoso, grazie alla sua dottrina e alla sua penna acuta e agile, rendendolo chiaro per tutti i lettori.

E’ morto Luigi Lorenzetti (classe 1931), sacerdote dehoniano, apprezzato collaboratore di Famiglia Cristiana e delle riviste della San Paolo Periodici.  Era laureato in teologia, con specializzazione in teologia morale, alla Pontificia Università Angelicum di Roma; è stato presidente dell’Associazione teologica italiana per lo studio della morale (Atism); ha insegnato Teologia morale allo Studio teologico S. Antonio di Bologna, affiliato alla Facoltà Teologica dell’Emilia-Romagna, e all’Istituto superiore di scienze religiose di Trento; nel 1969 aveva fondato e fino alla chiusura (2014) ha diretto la Rivista di Teologia Morale. Tra le sue pubblicazioni: La morale. Risposta alle domande più provocatorie (San Paolo, Cinisello Balsamo 1998), tradotto in altre lingue; con F. Marzano ed A. Quaglio, Economia/Finanza (Cittadella, Assisi 2000); ha collaborato a Dizionari di teologia. Presso le EDB: Tullo Goffi: dare un'anima alla morale. Le testimonianze, le pubblicazioni, la teologia (2000). 

Ha svolto servizio pastorale per molti anni presso la parrocchia di Minerbio (Bologna). Sapeva affrontare dal punto di vista morale qualunque argomento spinoso, grazie alla sua dottrina e alla sua penna acuta e agile, rendendolo chiaro per tutti i lettori.

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo