logo san paolo
giovedì 23 febbraio 2017
 
l'udienza

Il Papa: «Per sfruttare i minerali l’uomo contamina l’acqua che ci dà vita»


La denuncia di Francesco all’udienza generale: «L’orgoglio umano sfruttando il creato, lo distrugge». Poi lancia un appello per il Sud Sudan dove il 50 per cento della popolazione rischia di morire per fame: «Non bisogna fermarsi solo a dichiarazioni, ma a rendere concreti gli aiuti alimentari e a permettere che possano giungere alle popolazioni sofferenti»

 
Una scelta populista

Nel suo recente viaggio in Libano la candidata della destra radicale del Front National alla presidenza si è rifiutata si indossare il velo all'incontro con il Muftì Abdellatif Deriane, massima autorità musulmana sunnita del Paese. Ma pare più una decisione propagandistica per ottener maggiori consensi, che una testimonianza a favore dei diritti delle donne. Un gesto banalmente provocatorio.

L'Italia che si arma

Per quest’anno sono stati impegnati in Italia 23,3 miliardi per spese militari (1,4% del Pil), con un aumento del 21% sul 2006. È quanto emerge nel primo rapporto annuale “MILeX” sulle spese militari presentato, nei giorni scorsi, al Parlamento italiano da Francesco Vignarca e Enrico Piovesana

i dati

Buone notizie dal Rapporto Ismea-Svimez sull’agricoltura del Mezzogiorno presentato a Montecitorio: nel 2015 il Pil del Sud è cresciuto più di quello del Nord grazie all’agricoltura e all’occupazione giovanile nel settore che ha segnato una crescita dell’11,3 per cento con 26.587 imprese condotte da under 35. L'intervento del segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino: «Burocrazia e criminalità sono due macigni»

la svolta

Dal 2018 a presentare i ragazzi saranno i catechisti. Lo ha deciso dopo aver consultato i parroci l’arcivescovo Domenico Caliandro che spiega: «Il più delle volte i padrini venivano scelti con criteri e finalità molto diversi da quello che intende la Chiesa»

educazione

Un esperimento che ha già avuto ottimi risultati in Usa è ora partito anche nel nostro Paese. A Piacenza è in attività un asilo nido all'interno di una casa di riposo. Con risultati sorprendenti dove ciascuna età si giova della presenza dell'altra.

Pubblicità

Diritti umani

Nella sua denuncia Amnesty non resta nel vago, fa nomi e cognomi: «Da Trump a Orban, da Erdogan a Duterte, sempre più politici che si definiscono anti-sistema stanno brandendo un’agenda deleteria che perseguita, usa come capri espiatori e disumanizza interi gruppi di persone».

L'intervista

Parla il giornalista Giovanni Maria Bellu, autore del libro inchiesta "I fantasmi di Portopalo", da cui è stata tratta la fiction che stasera torna in Tv, dopo il largo successo della prima puntata ieri sera su RaiUno. E sul numero di Famiglia Cristiana in edicola trovate l'intervista al protagonista, Beppe Fiorello.

Twitter

indagine

Lo rivelano i dati del progetto "Europe 38" condotta in sette Paesi (oltre al nostro, Spagna, Romania, Albania, Austria, Germania e Regno Unito) per capire le opinioni dei ragazzi dai 19 a i 25 anni sul futuro dell'Ue. Da noi la ricerca è stata realizzata dall'Università Cattolica del Sacro Cuore. 

110 anni

Il 20 febbraio ha compiuto 110 anni. Veneta d'origine, entrò nell’Istituto delle Ministre degli infermi di San Camillo nel 1931. Ha prestato la sua opera come infermiera professionale in diverse città d’Italia. Dal 2000 vive a Lucca, nella Casa madre dell’istituto, dove, nonostante l’età, partecipa ancora attivamente alla vita comunitaria. Anche papa Francesco le ha inviato gli auguri.

22 febbraio

In questa ricorrenza viene messa al centro la memoria della peculiare missione affidata da Gesù a Pietro. Essa, spiega il Messale Romano, «con il simbolo della cattedra pone in rilievo la missione di maestro e di pastore conferita da Cristo a Pietro, da lui costituito, nella sua persona e in quella dei successori, principio e fondamento visibile dell'unità della Chiesa»

 
Le iniziative di Famiglia Cristiana
 
Multimedia
A colloquio con il padre
Colloqui col Padre
Don Antonio Rizzolo

Dov'è Dio nelle calamità di questi giorni?

Caro padre, le calamità che in questi giorni attanagliano la nostra terra ci...

SCRIVI AL DIRETTORE
Calendario
Liturgia del giorno
Sir 5,1-10 (NV); Sal 1; Mc 9,41-50


Policarpo era discepolo di san Giovanni evangelista e amico di sant’Ignazio di Antiochia. Nato da genitori cristiani dopo il 75 e subito battezzato, acquistò ben presto autorità, tanto che venne designato vescovo di Smirne e mandato a Roma da papa Aniceto come rappresentante dei cristiani dell’Asia Minore per discutere la questione della data per la celebrazione comune della Pasqua. Su tale argomento non si giunse a un accordo tra i vescovi di Smirne e di Roma, ma Policarpo seppe mantenere l’unità della fede nel rispetto delle diversificate tradizioni delle due Chiese locali. Lui e il Papa rimasero entrambi in comunione e si separarono in pace. Inoltre, la sua permanenza presso la sede apostolica non fu inutile: egli ebbe infatti occasione di confutare efficacemente gli Gnostici e di impedire che false dottrine conquistassero facilmente i fedeli. Aveva forse 86 anni quando fu preso e – nonostante gli sforzi per salvarlo dei giudici che non comprendevano la fermezza della fede dell’anziano vescovo, interpretandola come ostinazione - condannato a morire sul rogo nello stadio di Smirne. L’esecuzione avvenne un 22 febbraio durante il proconsolato di Stazio Quadrato, (nell’anno155-156 o secondo altri 168-169). Conserviamo una lettera in cui ci è narrato il martirio del santo: la scrisse un certo Marcione immediatamente dopo la morte e venne inviata ai cristiani di Smirne e a quelli di Filomelio nella Frigia. Si tratta di un documento importante sotto l’aspetto storico, agiografico e liturgico. Prima che fosse bruciato vivo, la folla diede testimonianza al vescovo gridando: «Questo è il maestro d’Asia, il padre dei cristiani, il distruttore dei nostri idoli, che insegna a molti a non fare sacrifici e a non adorare». Per la sua antichità è pure da segnalare la lettera di Policarpo ai cristiani di Filippi, con citazioni da Clemente Romano e dalla prima lettera di Pietro, in cui esorta alla fedeltà nella fede e nella pratica della vita cristiana a imitazione di Cristo.
 
Il vangelo della famiglia
Rito Romano / Rito Ambrosiano
Famiglia Cristiana in edicola
 
I blog selezionati
La Bibbia e i giovani
Gianfranco Ravasi

Un giovane principe ribelle

Questa volta narriamo la storia drammatica di un giovane principe, una vicenda che...

Rito ambrosiano
Don Luigi Galli

Domenica 26 febbraio - Ultima dopo l’Epifania

Lettura del Vangelo secondo Luca (15,11-32) In quel tempo. Il Signore Gesù...

 
Le iniziative di Famiglia Cristiana
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Edicola San Paolo