logo san paolo
mercoledì 18 ottobre 2017
 
il papa

«Chi non ama invecchia prima e diventa cattivo». Nel 2019 Sinodo per l'Amazzonia


Francesco canonizza 35 nuovi santi in piazza San Pietro e avverte: «No a una vita cristiana di routine, se si smarrisce l’amore, la vita cristiana diventa sterile, una morale impossibile». All’Angelus annuncia un Sinodo speciale per l’evangelizzazione degli Indios in Amazzonia

Altri articoli


Ecco chi sono i Santi canonizzati dal Papa Il Papa canonizza 35 nuovi Santi a San Pietro. Le immagini più belle
Commenta
0
 
I vostri commenti

    L'articolo non ha ancora alcun commento

     
    Fino all'ultimo bambino

    Avete mai camminato all’interno di una baraccopoli? Avete mai sentito l’odore della guerra? Grazie alla collaborazione tra Microsoft e Save The Chilldren è possibile fare un’esperienza immersiva e coinvolgente con la tecnologia AR in tre situazioni simbolo di povertà, guerra e cambiamenti climatici: perché ci toccano tutti, a qualsiasi latitudine

    All'inizio dell'anno scolastico molti genitori si trovano a spendere per soddisfare le richieste dei loro bambini di carissimi...

    Il Teologo

    Un lettore solleva un tema delicato legato alla vita di coppia: «Come comportarsi quando la moglie tira i remi in barca e dopo una certa età rifiuta i rapporti intimi al coniuge che ne sente il bisogno?» Risponde il Teologo

    Elezioni in Austria

    Chi è Sebastian Kurz, leader del partito popolare che ha vinto le elezioni in Austria e che verrà nominato dal presidente della Repubblica cancelliere

    Telefilm

    Una mamma si interroga sull’opportunità di vedere, a soli 12 anni, Tredici, una serie Tv davvero cruda dove si parla di un tema difficile come il suicidio.

    Pubblicità

     

    Personaggi

    Sembra la trama di un film, la loro vicenda, con un lieto fine: ecco come Daniela e Michele, il "Dj bionico", hanno coronato il loro amore

    Arte

    Deuteronomio è l'ultima parte del progetto internazionale Pentateuco #5, ideato da una compagnia di giovani attori e drammaturghi per raccontare il tema delle migrazioni utilizzando come fonte i primi cinque libri della Bibbia: dai migranti verso la Terra Promessa all'Esodo degli Italiani da Pola durante la guerra alla disciplina del Levitico vista attraverso lo sport, un risultato sorprendente

    Pubblicità

    Un lettore scandalizzato

    A un lettore non piace il titolo del talk-show condotto da Bebe Vio: «Avete fatto vostro l’“affascinante” linguaggio dei famosi. Non cito l’espressione perché la ritengo sudicia». Risponde don Antonio

    Reliquie

    Dal 26 novembre prossimo al 18 marzo le spoglie mortali del Santo lasciano il nuovo Santuario progettato da Renzo Piano e saranno spostate nella chiesa di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo dove sono state custodite per 42 anni. I frati cappuccini: «Veniamo incontro alle richieste dei fedeli»

    Avventura

    12 mila chilometri da Torino al campo base del K2, con lo zaino in spalla, utilizzando solo le gambe e i mezzi pubblici. L'impresa di Gian Luca Gasca

     
    Le iniziative di Famiglia Cristiana
     
    Multimedia
    A colloquio con il padre
    Calendario
    Santo del giorno
    San Luca
    Video
     
    Liturgia del giorno
    2Tm 4,10-17b; Sal 144; Lc 10,1-9


    San Paolo, nei saluti finali della Lettera ai Colossesi, parla di «Luca, il caro medico» mentre nella Lettera a Filemone lo cita come uno dei «collaboratori», e nella Seconda lettera a Timoteo confessa di averlo accanto a sé come fedele amico. Ma Luca è soprattutto “evangelista”, avendo composto il più lungo dei quattro Vangeli. La leggenda l’ha voluto anche pittore, soprattutto di icone mariane, le più note delle quali si conservano in Santa Maria Maggiore a Roma (la Madonna Salus populi Romani) e presso la Madonna della Guardia a Bologna. In realtà, i più bei dipinti Luca ce li ha lasciati nel suo Vangelo e nella sua seconda opera, gli Atti degli Apostoli, un vivo e intenso ritratto della Chiesa delle origini. Luca era un pagano, nato ad Antiochia. Secondo il Canone Muratoriano, conservato presso la Biblioteca Ambrosiana di Milano, non conobbe Gesù sulla terra, non fu quindi uno dei settantadue discepoli; lo troviamo accanto a Paolo la prima volta nel secondo viaggio missionario (verso il 50) da Troade a Filippi e poi nel viaggio di ritorno di Paolo a Gerusalemme: qui probabilmente ebbe occasione di incontrare qualcuna di quelle donne che egli solo menziona nel suo Vangelo e quei «ministri della parola» che furono una delle fonti del suo scritto. Accompagna Paolo nel suo fortunoso viaggio verso Roma ed è con lui nella prima e nella seconda prigionia romana. Nulla di certo sappiamo di lui dopo la morte di Paolo. Chi lo descrive come evangelizzatore in Dalmazia, Gallia, Italia e Macedonia, chi in Egitto e nella Tebaide. L’agiografia orientale gli attribuisce una morte naturale a 84 anni. Luca fu preso a patrono di molte accademie, società e corporazioni di artisti. Fra queste ricordiamo l’Accademia di San Luca in Roma, che accoglie pittori, scultori e architetti. Patronato ben giustificato perché, anche se non impresse nella tela le fattezze del volto di Maria, ne ha dipinto finemente nel Vangelo la fisionomia spirituale.
     
    Il vangelo della famiglia
    Rito Romano / Rito Ambrosiano
    Famiglia Cristiana in edicola
     
    I blog selezionati
    La Bibbia e i giovani
    Gianfranco Ravasi

    Due giovani eredi

    Un poco noto scrittore parigino, Henri Duvernois (1875-1937), era convinto che...

    Rito ambrosiano
    Don Luigi Galli

    Domenica 15 ottobre - Dedicazione del Duomo di Milano

    Lettura del Vangelo secondo Matteo (21,10-17) In quel tempo. Mentre il Signore...

     
    Le iniziative San Paolo
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    Edicola San Paolo