logo san paolo
giovedì 27 aprile 2017
 

Il Papa all’Azione Cattolica: «State tra la gente e non siate clericali»

dossier

Francesco in Vaticano apre i lavori del Forum internazionale dell’associazione fondata in Italia e presente in 52 Paesi e traccia la linea: «Aprite le porte, evitate di clericalizzare i laici e non siate più restrittivi della stessa Chiesa, né più papisti del Papa»

Commenta
5
 
domani la visita

Papa Francesco in Egitto: attese, speranze, timori


«Mi recherò pellegrino di pace nell'Egitto di pace». Lo afferma papa Francesco in un nuovo tweet, diffuso alla vigilia del viaggio apostolico che lo porta al Cairo, all'Università di Al-Azhar, il più prestigioso e più importante centro di riferimento teologico mondiale dell’Islam sunnita. Il punto.

 
onu

Parla l'Alto Commissario dell'Unhcr, Filippo Grandi, l'italiano con la massima carica alle Nazioni Unite: il dramma di 65 milioni di rifugiati e quanto si riesce a fare per loro. Un'analisi lucida e senza demagogie sulla più grande emergenza umanitaria dal dopoguerra.

giustizia

Il giovane era accusato di aver favorito l'immigrazione clandestina, tentando di portare cinque persone in Francia, tre adulti tra cui una donna incinta e due bambini di 2 e 5 anni, provenienti dal Darfur e che fino a quel momento avevano trovato riparo in una chiesa di Ventimiglia.

america latina

Continua la mobilitazione dell'opposizione contro il presidente Nicolas Maduro, incapace di affrontare e risolvere la crisi istituzionale e la disastrosa situazione economica in cui versa il Paese. Negli scontri con le forze dell'ordine sono morte quasi trenta persone (foto Reuters).

dopo il referendum

E' come se i passeggeri avessero deciso a maggioranza di precipitare

Televisione

La serie racconta la storia di una famiglia veneta in cui la figura dispotica del padre viene nel tempo sostituita da quella delle donne, alla conclusione di un processo di emancipazione. Ecco il cast, personaggio per personaggio, e una guida alle canzoni della bellissima colonna sonora.

Pubblicità

il favorito

Marine Le Pen, il grande spauracchio, andrà al ballottaggio dove verrà sconfitta dagli sconfitti. Emmanuel Macron sarà presidente e di lui qualcosa già sappiamo: da ministro dell'Economia ha partecipato alla stipula di contratti con l'Arabia Saudita per un valore di 10 miliardi di euro, compreso un lotto di armi. Ed è diventato milionario facendo il banchiere con i Rotschild. Non sarà lui a far cambiare rotta alla Francia.

L'anniversario

Il 26 aprile 1937 nazisti e italiani bombardarono la cittadina basca durante la guerra civile spagnola. Fu il primo atto di terrorismo bellico compiuto contro una popolazione inerme e ispirò il celebre quadro di Picasso. Un monito che purtroppo è quantomai attuale, come ci ricorda di continuo anche il Papa.

Chiesa

L'Elemosiniere del Papa, monsignor Konrad Krajewski, ha devoluto all'associazione Opera San Luigi Gonzaga, un contributo per...

Il caso dei tre minorenni di Carpi

Un atto vandalico: due minibus contro la scuola. Danni per mezzo milione di euro. Come adulti ci domandiamo: ma questi ragazzi che cosa hanno nel cervello? Dobbiamo tutti, padri, madri ed educatori parlarne con i nostri figli. E insegnare loro a fare dell'esistenza qualcosa di importante. Qualcosa che costruisce e non che distrugge.

Già dai primi exit poll di domenica sera in Italia si andava alla ricerca del Macron italiano. Chi sarà il primo a metterci il cappello?

il 20 giugno

Francesco andrà in visita privata a Bozzolo, dov’è sepolto don Mazzolari, e a Barbiana. Terrà un discorso ai fedeli di Bozzolo e poi incontrerà i discepoli di don Milani, un gruppo di sacerdoti fiorentini e alcuni ragazzi seguiti da realtà caritative, di intervento sociale, ed educativo della diocesi

 
Le iniziative di Famiglia Cristiana
 
Multimedia
A colloquio con il padre
Calendario
Santo del giorno
Santa Zita
Video
 
Liturgia del giorno
At 5,27-33; Sal 33; Gv 3,31-36


Figlia di contadini, a causa delle condizioni di povertà in cui versava la famiglia, a soli 12 anni Zita lasciò Monsagrati, dove era nata nel 1218, per andare a servizio del nobile Pagano Fatinelli a Lucca, svolgendo i lavori domestici con grande precisione e supplendo, quando era il caso, alle manchevolezze dei compagni di lavoro i quali, anziché stimarla per questo, la maltrattavano. Anche il padrone, dal canto suo, si comportava con lei con durezza e severità ingiustificate. Zita però, anziché serbare rancore o ribellarsi, voleva bene a tutti e perdonava, così col tempo riuscì a conquistarsi la benevolenza dei compagni e dello stesso Fatinelli, che a un certo punto le affidò la direzione della casa, incarico che la santa svolse all’insegna della gentilezza più squisita fino alla morte, sopraggiunta il 27 aprile 1278, dopo soli cinque giorni di malattia.. La fama di santità che già la circondava da viva, dopo la sua scomparsa si accrebbe a causa di numerosi miracoli e della venerazione dei fedeli che accorrevano sulla tomba, nella basilica di S. Frediano, per chiedere la sua intercessione. Durante l’ultima ricognizione delle sue spoglie, effettuata nel 1652 in vista del processo di canonizzazione, il suo corpo fu trovato incorrotto. Ma già quattro anni dopo la sua morte il vescovo di Lucca, Paganello, aveva autorizzato il culto della santa, che venne poi approvato il 5 settembre 1696 da papa Innocenzo XII ed esteso a tutto il mondo cristiano. Patrona di Lucca, Zita è stata proclamata da Pio XII nel 1935 patrona delle domestiche. La sua venerazione ha varcato ben presto i confini del suo paese natale, estendendosi in Italia e anche all’estero, ad esempio nella corte imperiale asburgica. Di solito la santa è rappresentata in umili vesti con gli strumenti tipici del suo lavoro: con un mazzo di chiavi, la brocca o il secchio la si ammira in una vetrata del secolo XV nella cattedrale di Winchester o in una sua statua in quella di Westminster.
 
Il vangelo della famiglia
Rito Romano / Rito Ambrosiano
Famiglia Cristiana in edicola
 
I blog selezionati
La Bibbia e i giovani
Gianfranco Ravasi

Un padre eminente e la sua ragazzina

Nel clima pasquale presentiamo la storia evangelica di un padre e della sua ragazza....

Rito romano
Monsignor Nunzio Galantino commenta il Rito romano

III Domenica di Pasqua (Anno A) 30 Aprile 2017

A TE, SIGNORE, DA OGNI CREATURA LA LODE Quando fu a tavola con loro, prese il pane,...

Rito ambrosiano
Don Luigi Galli

Domenica 30 aprile - III di Pasqua

Lettura del Vangelo secondo Giovanni (1,29-34) In quel tempo. Giovanni, vedendo il...

 
Le iniziative di Famiglia Cristiana
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Edicola San Paolo