logo san paolo
venerdì 20 luglio 2018
 
Ricordando Via D'Amelio

Alessandra Dolci: "Nel loro sacrificio la forza per continuare"


Il capo della direzione distrettuale antimafia di Milano: "Troppi ragazzi che incontro non sanno chi siano Falcone e Borsellino. Ma un Paese senza memoria non ha futuro. Se vogliamo contrastare la mafia dobbiamo remare tutti insieme".

 
La lettera

Una lettrice ci scrive: «La sofferenza è qualcosa che non appartiene al nostro credo, anzi. Perché, quindi, una madre che sa con certezza di dare la vita a un individuo destinato solo a soffrire dovrebbe prendersi questa responsabilità?». La risposta di don Antonio Rizzolo

La foto

È la foto di Bente Marei Stachowske terza classificata del “Single Shot Award | Giving voice to values, giving voice to hope” al Festival di fotografia etica di Lodi. Un’immagine che parla di gioia, innocenza e futuro.

Il produttore

«Sono la persona peggiore al mondo ma Dio è più fedele delle nostre debolezze». Il segreto spirituale del produttore di Se Dio vuole e The Young Pope? «Non perdo mai una Messa»

Caritas Giordania

«Non basta mandare soldi, abbiamo bisogno di pace», dice il direttore di Caritas Giordania. Da 70 anni il Paese accoglie profughi dalle regioni vicine mentre i cristiani continuano a diminuire. «Siamo il 2 per cento della popolazione, ci sentiamo abbandonati»

In Madagascar

Nato in Argentina da emigrati sloveni, il religioso vincenziano vive ad Akamasoa, in Madagascar, dove ha aiutato i più disperati a ricostruirsi vite dignitose. A partire da una cava di granito

Pubblicità

 

Anniversario

Così il Nobel per la pace raccontava la sua lunga lotta per i diritti. Il ritorno dalla madre nella casa natale dopo 13 anni di assenza

appello ai vescovi italiani

Preti, intellettuali e religiosi scrivono al presidente della Cei, il cardinale Bassetti, e a tutti i vescovi italiani: «Restano ancora poche le voci di Pastori che ricordano profeticamente cosa vuol dire essere fedeli al Signore nel nostro contesto culturale, iniziando dall’inconciliabilità profonda tra razzismo e cristianesimo»

Pubblicità

La Società di San Vincenzo De Paoli

Servono mense, dormitori, assistenza ai più deboli, ma ancor più una vicinanza che ridia autonomia e dignità

La ricerca

Una delle convinzioni che vanno per la maggiore è che gli extracomunitari hanno una maggiore propensione al crimine. Peccato che non sia vero. In realtà è esattamente il contrario

A Bologna

Bologna chiede scusa all'arcivescovo insultato sui social dopo il dibattito (a metà) con la sottosegretaria Borgonzoni sul tema migranti

 
Le iniziative di Famiglia Cristiana
 
Multimedia
A colloquio con il padre
Don Antonio risponde
Don Antonio Rizzolo

Come far fronte a questo clima da stadio

Caro padre, osservo un acuirsi delle divisioni in categorie e un clima molto...

SCRIVI AL DIRETTORE
Calendario
Santo del giorno
Sant'Apollinare
Video
 
Liturgia del giorno

Is 38,1-6.21-22.7-8; Cant. Is 38,10-12.16; Mt 12,1-8
   

Questo martire fu il primo vescovo di Ravenna, di cui è anche patrono. Secondo una passio del VI secolo, Apollinare fu un antiocheno mandato ad evangelizzare Ravenna dello spesso apostolo Pietro. Qui predicò il vangelo e operò numerosi miracoli. Esiliato, compì varie peregrinazioni in Oriente, continuandovi la sua attività apostolica. Tornato poi a Ravenna, vi subì persecuzioni e tormenti, morendo per le ferite riportate, al tempo dell’imperatore Vespasiano, nel II secolo. Il culto del santo ebbe una vastissima diffusione fin dall’alto medioevo. Il protovescovo ravennate fu considerato il santo nazionale della dominazione bizantina in Occidente; una larga diffusione del suo culto non mancò neppure nei territori longobardi e in quelli della Renania. Vi contribuirono in seguito anche i monasteri benedettini, camaldolesi e avellaniti che restarono sempre, per varie ragioni, collegati con la grande basilica di Classe. Durante l’età della Controriforma, alla sua chiesa romana di Campo Marzio fu annesso il Collegio Germanico, che aveva lo scopo di preparare i sacerdoti per la rievangelizzazione della Germania luterana, e il martire ravennate fu un po’ il santo della riconquista cattolica di quelle terre. A Ravenna le basiliche di sant’Apollinare in Classe, monumento di incomparabile bellezza per armonia di linee e splendore di mosaici, e di sant’Apollinare Nuovo, con le stesse caratteristiche, sono i principali luoghi tra quelli in cui è venerato. Ma anche a Roma papa Simmaco gli dedicò un oratorio nella Rotonda di S. Andrea e papa Onorio I una basilica al Vaticano, stabilendo in pari tempo che di lì ogni sabato muovesse una processione per San Pietro. Nella basilica di Classe nel 1783 si procedette alla ricognizione e alla identificazione dei resti mortali del santo. La sua festa, prima fissata al 23 luglio, è stata anticipata di tre giorni da Giovanni Paolo II per evitare sovrapposizioni con altre memorie obbligatorie.

 
Il vangelo della famiglia
Rito Romano / Rito Ambrosiano
Famiglia Cristiana in edicola
 
Le iniziative San Paolo
 
I blog selezionati
Il volto dei chiamati
Gianfranco Ravasi

Nella notte una voce

Abbiamo spesso ricordato che – come suppone la radice alla base della parola...

Rito romano
Fabio Rosini

XVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) - 22 Luglio 2018

NON SOLO PECORE, SIAMO ANCHE PASTORI Molti li videro partire e capirono, e da tutte...

Rito ambrosiano
Don Luigi Galli

Domenica 22 luglio - IX dopo Pentecoste

Lettura del Vangelo secondo Marco (8,34-38) In quel tempo. Convocata la folla insieme...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Edicola San Paolo