logo san paolo
domenica 21 ottobre 2018
 
dossier
 

Campiello, vince Le Assaggiatrici di Rosella Postorino

17/09/2018  Per la paura di essere avvelenato, il Führer aveva arruolato dieci donne come assaggiatrici. Ispirato a una storia vera, il romanzo che ha trionfato al Campiello

Hitler viveva nella paura di essere avvelenato, perciò quando decise di rifugiarsi nella cosiddetta Tana del lupo, vicino a un villaggio della Prussia orientale, arruolò un gruppo di assaggiatrici che mangiassero i pasti a lui destinati. Ispirandosi alla storia vera di Margot Wölk, che rese pubblica la sua vicenda solo all’età di 96 anni, Rosella Postorino ha intrecciato il suo romanzo: protagonista è Rosa Sauer, una giovane berlinese che dopo i bombardamenti della città si trasferisce in campagna dai suoceri, mentre il marito Gregor è al fronte.

Ogni giorno dieci donne vengono prelevate dalle SS dalle loro case e condotte al quartier generale. Il cibo è buono, anche se vegetariano per assecondare i gusti del Führer, ma ogni volta che avvicinano un boccone alla bocca aleggia la paura. Rosa non è nazista, accetta quell’incarico passivamente, così come altre sue compagne. Tra le donne, dopo un’iniziale diffi denza, comincia a instaurarsi un legame di amicizia, fatto di complicità e solidarietà.

Quando giunge la notizia che Gregor è disperso, Rosa, pur nella speranza che possa essere ancora vivo, si sente come svuotata e priva di speranza. In questo clima emotivo compare la figura di un uffi ciale delle SS, Albert, che si invaghisce di lei. Come attratta da un sentimento viscerale a cui lei stessa non sa dare un nome, fi nisce per diventarne l’amante, con il senso di colpa nei confronti dei suoceri.

Le vicende delle assaggiatrici si inseriscono nella cornice della Storia, con le notizie dal fronte russo, le crescenti difficoltà dell’esercito tedesco, la caccia agli ebrei e l’attentato fallito a Hitler. L’autrice tratteggia in modo esemplare le figure delle donne e il loro sentimento di sorellanza, usando una scrittura raffi nata con uno stile narrativo scorrevole e coinvolgente.

(foto in alto: Rosella Postorino al trionfo del Premio Campiello 2018, Ansa)

Le assaggiatrici di Rosella Postorino su Sanpaolostore.it

Quando le SS ordinano: "Mangiate" è la fame ad avere la meglio; subito dopo, però, prevale la paura: le assaggiatrici devono restare un'ora sotto osservazione. Per accertarsi che il cibo da servire al Führer non sia avvelenato...

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo