logo san paolo
venerdì 24 febbraio 2017
 
Dialogo
 

Le religioni possono dare nuova linfa all’Europa

30/03/2016  Una studentessa partecipa all'evento organizzato da Scuola di pace e riflette davanti alla domanda: "Chi ha paura dell’islam?"

Sono una studentessa di terza media e ho partecipato a una serata della Scuola di pace di Bra, sul tema: “Chi ha paura dell’islam?”. Il confronto era tra un musulmano e un cattolico. Sono andata spinta dalla curiosità. La mia prima sorpresa è stata quella di capire che il dialogo non solo è possibile, ma che è già in atto. Come ha dimostrato la numerosa partecipazione di persone di fedi diverse. Mi sono resa conto che non si deve dialogare solo tra studiosi, ma anche tra cittadini, perché è importante il “dialogo della vita”. Ne è un esempio concreto il progetto di un gruppo di giovani musulmani di Bra, dopo l’attacco terroristico di Parigi. Essendosi sentiti offesi, hanno voluto dimostrare che l’islam non è violenza, ma pace e uguaglianza. Tornando all’incontro di Bra, il rappresentante musulmano ha ricordato che la violenza non ha una connotazione religiosa. «Chi uccide un uomo», ha detto, «è come se avesse ucciso l’intera umanità; chi salva un uomo è come se avesse salvato l’intera umanità». Anche papa Francesco in Messico ha sottolineato l’importanza di creare ponti e non muri tra le diverse fedi. Le religioni possono dare una nuova linfa all’Europa.

UNA STUDENTESSA

Le vere religioni sono per la pace. Si farebbe loro un torto se, con superfi‡cialità e qualunquismo, le si identi‡ficasse con l’estremismo e il fondamentalismo, che sono causa di violenza, attentati e morte. Di fronte alla tragedia di Bruxelles, ultima in ordine di tempo, occorre essere netti nella condanna di questi “pazzi fanatici”, accecati dall’ideologia dell’odio. Ma non possiamo dare la colpa a un miliardo e quattrocento milioni di musulmani. Altro discorso, invece, è chiedere loro che prendano le distanze, con più forza, dai terroristi.

Multimedia
Il monastero del dialogo con l'islam
Correlati
Speciale Giubileo della Misericordia
I vostri commenti
8
scrivi

Stai visualizzando  dei 8 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo