logo san paolo
venerdì 25 maggio 2018
 
 

Mozart-Beethoven, il "duello" continua

09/02/2018  Appuntamento il 14 febbraio nella Chiesa di San Marco a Milano per l’esecuzione a confronto tra la Settima Sinfonia di Beethoven con l’ innovativa e magnifica Sinfonia n 38 KV 504 detta Praga di Mozart. Sul podio il maestro Aldo Bernardi che dirige l’Orchestra dell’Associazione Mozart Italia

Dopo il grande successo di pubblico e critica del Requiem di Mozart eseguito il 5 dicembre scorso in memoria del genio di Salisburgo, che ha registrato un tutto esaurito entusiastico, il calendario della Stagione musicale di quest'anno dell’Associazione Mozart Italia - Milano, filiazione del Mozarteum di Salisburgo, prosegue con il confronto evolutivo tra la ritmica, primordiale e danzante Settima Sinfonia di Ludwig van Beethoven con l’ innovativa e magnifica Sinfonia n 38 KV 504 detta Praga di Wolfgang Amadeus Mozart.

Appuntamento mercoledì 14 febbraio 2018 alle ore 21 con l’Orchestra dell’Associazione Mozart Italia di Milano, ospite come da tradizione nell’antica Chiesa di San Marco in Milano e sotto la guida del suo direttore musicale, il maestro Aldo Bernardi.

La Sinfonia KV 504 di Mozart precede l'Allegro iniziale da un Adagio che, riprendendo - e anche ampliando - una tradizione haydniana, costituisce l'esempio più vicino non soltanto alla Sinfonia in mi bemolle KV 543 dello stesso Mozart ma anche alle Sinfonie di Beethoven, come la Seconda, la Quarta, (già eseguite dal maestro Bernardi nelle scorse Stagioni) e soprattutto proprio la Settima di Beethoven. Richard Wagner descrisse la Settima del genio di Bonn come: "l'apoteosi della danza" in cui, per la prima volta nella musica colta occidentale, l'elemento ritmico viene assunto come elemento strutturale di tutto il capolavoro di cui è elemento generatore in tutti i quattro movimenti.

In particolare il secondo movimento della Settima, il celebre Allegretto, alla prima esecuzione assoluta ottenne un successo strepitoso e se ne dovette dare il bis, circostanza che poi si sarebbe ripetuta in tutte le frequenti esecuzioni dell'opera ancora vivo Beethoven. Gli appuntamenti proseguono il 18 aprile 2018 quando sarà eseguita la Messa di Requiem di Giuseppe Verdi, che ha visto i natali nel 1874 proprio nella Chiesa di San Marco sotto la direzione dell’autore in memoriam di Alessandro Manzoni, in un ideale confronto a distanza con l’omonimo capolavoro mozartiano che inaugura la Stagione. (Solisti: Sofia Mitropoulos soprano, Azer Zada tenore Sofia Janelidze mezzo soprano, Paolo Battaglia basso, Coro Bach di Milano-Sandro Rodeghiero Maestro del Coro CYCNUS OPERA FESTIVAL DI GENOVA-Domenico Sorrenti Maestro del Coro, ORCHESTRA SINFONICA DELL’ASSOCIAZIONE MOZART ITALIA DI MILANO sempre diretta dal maestro Aldo Bernardi).

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo