Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 19 maggio 2024
 
La buona notizia di Natale
 
Credere

La nostra famiglia, il dono più bello di Dio

21/12/2023  «Freschi di nozze, Lorena Chiesa e Simone Sciarrini chiedono a Gesù di aiutarli a crescere insieme: «Avere un cromosoma in più non vuol dire che non si può amare fino in fondo». Una tenera storia d’amore in questonostro tempo funestato dalla violenza»

«Si può amare ­fino in fondo anche con un cromosoma in più»: Lorena Chiesa e Simone Sciarrini sono una giovane coppia con sindrome di Down, freschi di nozze. La loro è una bella “storia di Natale” perché parla di amore incondizionato, gioia e tenerezza in un tempo funestato dalla violenza. 

Lorena e Simone, 32 e 38 anni, ci accolgono nella loro casa a Villongo, in provincia di Bergamo: vivono al secondo piano della casa della mamma di Lorena, Liliana, e del suo compagno Cristian, che Lorena chiama “papà” e che per Simone è un riferimento importante. «Ci siamo conosciuti a Barcellona durante uno stage dell’Associazione italiana persone con sindrome di Down (Aipd)», racconta Lorena. «Lui veniva da Roma, io da Villongo. Avevo 19 anni.

Mi si è squarciato lo sguardo (dice proprio così, con una parola quasi poetica, ndr) attraverso i suoi occhi e il suo cuore». Le fa eco Simone, con parole altrettanto poetiche: «Vorrei regalarle il mondo, l’infinito, ma non posso. Allora le regalo me stesso, tutti i giorni». Lorena e Simone si sono sposati in Chiesa lo scorso 3 giugno: «Nel matrimonio si è in due ma si condivide una vita sola. A Gesù chiedo di crescere, di migliorare insieme a Lorena, come famiglia».

Oggi le loro giornata trascorrono fra il lavoro, il volontariato al bar dell’oratorio, le attività con l’associazione Vivo Villongo e il ballo. Proprio così, perché Lorena e Simone ­­– premiati anche come campioni italiani di latino-americano, caraibico, liscio standard, show dance e assoli – sono anche due appassionati ballerini. Una passione che li unisce e li fa sentire vivi, proprio come la loro fede.

 

Puoi leggere la storia di Lorena e Simone “La nostra famiglia, un dono di Dio” sul settimanale Credere, in edicola da giovedì 21 dicembre e in parrocchia da domenica 24 dicembre 2023 oppure su edicolasanpaolo.it.

Tag:
DiodonodownFigli
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo