Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 21 aprile 2024
 
Mostre
 

Al museo del design di Milano una mostra su Antonio Bassanini

16/12/2022  L’esposizione, aperta fino al 15 gennaio, è dedicata all’imprenditore e costruttore che ha segnato la storia del Novecento costruendo numerosi edifici nell'Italia postbellica

ADI Design Museum e gli eredi di Antonio Bassanini presentano la mostra “Antonio Bassanini. Costruttore del Novecento“, a cura di Chiara Bassanini, Giovanna Franco Repellini e Andrea Strambio de Castillia, con un percorso espositivo che si sviluppa negli spazi al piano terra del museo milanese dedicato al design. L’esposizione è dedicata all’imprenditore e costruttore Antonio Bassanini (Rosate, 22 dicembre 1899 – Varese, 16 dicembre 1997) e vuole raccontare al pubblico una storia che ha attraversato tutto il Novecento, coinvolgendo e trasformando l’intero Paese, mettendo in risalto l’indissolubile legame che esiste tra architettura, ingegneria, design e imprenditoria edile. La mostra, che conferma l’attenzione dell’ADI Design Museum dedicata a ogni settore del progetto, e in particolare al progetto d’architettura, intende evidenziare la figura del costruttore, spesso poco considerata rispetto alle personalità di architetti e designer, ma che, come nel caso di Bassanini, ha avuto un ruolo centrale nella costruzione di Milano e di vari luoghi in Italia tra le due guerre e nella ricostruzione postbellica fino agli anni Settanta.

Così presenta la mostra Luciano Galimberti, presidente ADI “L’associazione, così come considera il design un’attività ‘di filiera’, che interessa tutta la catena produttiva dalle materie prime all’utente finale, non può che accogliere con piacere all’ADI Design Museum un’esposizione dedicata a chi, come Antonio Bassanini, ha applicato all’architettura con tanto anticipo sui tempi la stessa attenzione strategica: dalla collaborazione tra architetti e costruttori all’attività istituzionale delle associazioni di categoria, dalle tecnologie allo sviluppo culturale. Il tutto in funzione di uno scopo che è ancora quello di noi tutti: lo sviluppo del Paese e il benessere della comunità.”

Il progetto espositivo prosegue e arricchisce il lavoro di ricerca che è stato svolto in occasione della pubblicazione del volume “Antonio Bassanini. Costruttore del Novecento“, edito da Silvana editoriale nel 2019, a cura di Chiara Bassanini, Giovanna Franco Repellini e Andrea Strambio de Castillia, con schede di Rossella Locatelli. Il libro èstato presentato presso la Fondazione Culturale Ambrosianeum a Milano il 14 Novembre.

L’itinerario di visita della mostra si articola in nove aree tematiche, partendo da quella biografica, in cui viene narrata la vita di Antonio Bassanini dall’infanzia, all’arrivo a Milano come studente, alla sua vita professionale fino al ritiro dall’attività. Questa sezione è arricchita da un breve video realizzato in occasione della mostra che accompagna e illustra la vita, la personalità e l’impegno sociale di Bassanini con filmati storici, racconti aneddotici e interviste ai tre curatori.

Nella parte dedicata al regesto completo di tutti gli edifici realizzati sono presenti due mappe interattive che permettono al pubblico di “visitare” attivamente i luoghi dove l’impresa Bassanini ha realizzato interventi e opere sulla città di Milano e sull’intera penisola. I numerosi edifici realizzati sono raggruppati per tipologie: pubblici, industriali e agricoli, urbani (residenze e uffici) e religiosi. Nel percorso vengono inoltre trattati alcuni temi trasversali, come la riqualificazione e il riuso di alcune strutture, l’evoluzione del cantiere nel Novecento e il rapporto con gli architetti e gli ingegneri (tra cui in particolare con l’ingegnere Arturo Danusso e con gli architetti Luigi Mattioni e Piero Portaluppi).

Ogni sezione è arricchita da fotografie storiche e recenti, approfondimenti testuali, documenti e video dell’epoca e recenti, progetti, schizzi e modellini realizzati dall’Ufficio Tecnico Bassanini o dagli architetti e ingegneri con cui collaborava, in mostra grazie ai prestiti di alcune istituzioni culturali, tra cui il Museo Mart di Rovereto, l’Archivio Storico Diocesano di Milano e la Fondazione Vico Magistretti di Milano.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo