logo san paolo
sabato 26 settembre 2020
 
La recensione
 

L'epopea dei Sartori, da Caporetto al nuovo millennio

23/04/2020  Con "Prima di noi" Giorgio Fontana ha scritto un romanzo ambizioso che ripercorre la storia d’Italia attraverso le vicende di quattro generazioni. Con un debito verso i racconti orali del nonno

Recensione di Giorgio Fontana, Prima di noi, Sellerio

Sandro Veronesi, Roberto Andò, Melania Mazzucco: anche solo restando agli ultimi romanzi recensiti in queste pagine, si può dire che la narrativa italiana gode di buona salute.

LA TRAMA

Lo conferma un romanzo ambizioso, Prima di noi di Giorgio Fontana, in cui l’autore racconta un secolo di storia italiana - precisamente dal 1917 al 2012 - attraverso l’epopea di una famiglia, seguita lungo quattro generazioni. Caporetto 1917: Maurizio Sartori diserta e raggiunge un casolare in Friuli, dove viene accolto da una famiglia di contadini. Scatta l’amore per Nadia ma, ancora una volta, prevale il desiderio di fuga e Maurizio se ne va…

Tuttavia sarà il padre della ragazza a richiamarlo al suo dovere: così nasce la stirpe dei Sartori, con i figli Gabriele, Domenico e Renzo. Il primo amante della cultura, poi professore, cattolico e democratico; il secondo troppo buono per questo mondo e perso in Africa; il terzo partigiano e comunista, poi operaio che rivendica i diritti. E il testimone passerà poi ai loro figli, Diana e Libero, Eloisa e Davide, e ai loro nipoti, Dario e Letizia, solcando il tempo dalla Seconda guerra mondiale alle rivolte studentesche e operaie, al terrorismo, alla fine del secolo e all’inizio del nuovo millennio…

IL COMMENTO

La grande Storia con i suoi rivolgimenti nel secolo breve dialoga continuamente con le storie individuali in questo racconto: ciascun membro della famiglia Sartori cerca a modo suo la felicità, inseguendo i propri valori, offrendo una sintetica rappresentazione delle ideologie che hanno segnato la nostra società dal concitato dopoguerra al presente imborghesito.

Su tutti aleggia un’inquietudine quasi insuperabile, derivante dallo scontro con la realtà, ma anche da una sorta di colpa originale mai estinta, sempre ancora da pagare. Le colpe dei padri (le diserzioni del patriarca Maurizio) ricadono dunque sui figli e sui figli dei figli? O si tratta semplicemente del “male di vivere” che tocca tutti?

QUELLA DEDICA

Il romanzo è dedicato a Luigi Fontana (1919-2014), nonno dell’autore che, nella nota finale, riconosce il debito verso i suoi racconti orali e quelli del bisnonno Giovanni. Ma si tratta solo dello spunto originario, perché Prima di noi è a tutti gli effetti un’opera letteraria, d’invenzione. Un romanzo potente e importante che ricorda a tutti noi da dove veniamo

IL GIUDIZIO

TRAMA 8

SCRITTURA 7,5

COPERTINA 7

Prima di noi

Una famiglia del Nord Italia, tra l'inizio di un secolo e l'avvento di un altro, una metamorfosi continua tra esodo e deriva, dalle montagne alla pianura, dal borgo alla periferia, dai campi alle fabbriche

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%