logo san paolo
sabato 02 marzo 2024
 
 

Il delitto di via Poma

06/12/2011  Accompagnato da inevitabili polemiche, approda stasera su Canale 5 il film Tv ispirato all'omicidio di Simonetta Cesaroni

Il delitto di via Poma, il film Tv in onda stasera alle 21.10 su Canale 5 va in onda proprio durante il processo d’appello, iniziato il 24 novembre ed è stato preceduto da forti polemiche che ne hanno determinato lo spostamento (il legale di Raniero Brusco, condannato in primo grado per l'omicidio di Simonetta Cesaroni aveva presentato un esposto contro la data di trasmissione). Il regista Roberto Faenza assicura che non si cercherà di trovare risposta ad uno dei misteri di cronaca nera che hanno interessato l’Italia dal 1990, quando il 7 agosto venne uccisa in un palazzo di via Poma, a Roma, Simonetta Cesaroni.  “È una tipica storia italiana. Un caso sconcertante dove mentono tutti, anche per cose che non c’entrano niente con il delitto. E’ un piccolo Peyton Place dove l’unica a farne le spese è la ragazza. Credo che sia un caso che resterà irrisolto. Il processo di appello alla prima udienza ha messo in discussione le perizie fatte. E’ sconcertante, significa che stiamo ricominciando tutto da capo”.

Per raccontare questa storia, il regista si è servito di due punti di vista, uno reale ed uno immaginario. Quest’ultimo è rappresentato dal commissario Niccolò Montella, interpretato da Silvio Orlando (nella foto), personaggio mai esistito ma che viene inserito all’interno della storia per meglio raccontare le indagini di questi anni e l’indignazione pubblica di fronte ad una soluzione ancora non raggiunta. Montella sarà affiancato dall’ingenuo ispettore Chillemi (Michele Alhaique), che porrà al protagoniste domande ovvie ma dalla difficile risposta, mentre Massimo Popolizio sarà il commissario Del Frate, ispirato all’allora capo della squadra mobile Nicola Cavaliere.  L’altro punto di vista è invece rappresentato da Paola, sorella di Simonetta, interpretata da Giulia Bevilacqua, che ha permesso al regista, come ha detto, di trovare lo spunto per raccontare non solo la storia di un fatto di cronaca, ma anche del dolore dei familiari di fronte alla scomparsa della ragazza: “Ha creduto in noi e nella nostra buona fede. Ci ha raccontato il dolore della famiglia, le telefonate anonime spaventose che ha ricevuto. L’aspetto umano della storia è stato praticamente scritto da lei”. Gli altri personaggi: Fabrizio Traversa nei panni di Raniero Busco, Giorgio Colangeli sarà Pietrino Vanacore, il portiere che per anni è stato il principale sospettato dell'omicidio e che si è suicidato prima di testimoniare al processo, Luca Cimma interpretetà Federico Valle, Imma Piro ed Alessio Caruso saranno i genitori di Simonetta. A dare il volto alla giovane ragazza uccisa, infine, sarà Astrid Meloni.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo