logo san paolo
lunedì 29 novembre 2021
 
 

Verona, la lirica entra nell'Arena

17/06/2011  Il celebre festival propone due nuove produzioni, allestimenti storici delle opere verdiane e le grandi voci del panorama internazionale. Da oggi a settembre, 49 serate di spettacolo.

La scenografia di "Roméo et Juliette", una delle nuove produzioni del Festival lirico dell'Arena di Verona.
La scenografia di "Roméo et Juliette", una delle nuove produzioni del Festival lirico dell'Arena di Verona.

   Lo spettacolo ricomincia. L'Arena di Verona è pronta a ospitare l'89ma edizione del celebre festival lirico, che proporrà, da oggi al 3 settembre, sei titoli per un totale di 49 serate. Ad aprire e chiudere la rassegna due nuove produzioni: La Traviata di Verdi, per la regia di Hugo de Ana e la direzione di Carlo Rizzi, e Roméo et Juliette di Charles Gounod, regista Francesco Micheli e direttore Fabio Mastrangelo.

   Nel cuore del festival, fra le due novità, non mancheranno gli allestimenti storici delle opere verdiane, per la regia di Gianfranco de Bosio: Aida sarà diretta da Daniel Oren e Nabucco vedrà sul podio Julian Kovatchetv. In programma le riprese di Il barbiere di Siviglia di Rossini (ancora Hugo de Ana e debutto areniano per il giovane direttore veronese Andrea Battistoni) e de La Bohème di Puccini.

   In scena saranno le voci più note del panorama lirico internazionale, insime ad attesi debutti: Ermolena Jaho, Lana Kos, Inva Mula ne La Traviata; Micaela Carosi, Amarilla Nizzi nell'Aida; Antonino Siracusa nel barbiere di Siviglia; Ambrogio Maestri e Marco Vratogna nel Nabucco; Fiorenza Cedolins e Marcelo Alvarez ne La Bohéme; Nino Machaidze e Stefano Secco in Roméo et Juliette.

Info: tel. 045/80.05.151, www.arena.it

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo