logo san paolo
domenica 25 febbraio 2018
 
Elezioni
 

Diciottenni al voto, metà diserterà le urne

02/02/2018  Forte disaffezione dei giovanissimi: oggi non voterebbe alle Politiche il 47% degli under 25. I dati confermano le preoccupazioni espresse dal Capo dello Stato.Si recherebbe oggi alle urne per le Politiche il 63% degli elettori, con un calo di 12 punti rispetto al febbraio 2013.

La più recente indagine dell’Istituto Demopolis conferma una crescente disaffezione al voto degli italiani. Si recherebbe oggi alle urne per le Politiche il 63% degli elettori, con un calo di 12 punti rispetto al febbraio 2013: ci sarebbero di fatto circa 5 milioni di astenuti in più rispetto alle ultime Politiche. L’astensione, che potrebbe comunque ridursi nelle ultime settimane, colpisce indistintamente tutti gli schieramenti politici, soprattutto nelle regioni centrali e nel Sud del Paese. 

Se si votasse oggi, circa 17 milioni di italiani potrebbero non votare alle Politiche: il numero più significativo di essi, 13 milioni, è assolutamente determinato a non recarsi alle urne; oltre 4 milioni di elettori fanno parte invece di quel segmento che lo studio dell’Istituto Demopolis definisce “astensione revocabile. Sono milioni di elettori che potrebbero ancora cambiare idea e recarsi alle urne il 4 marzo”. 

“Si tratta – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – di un target molto importante per i partiti e spesso determinante per l’esito della campagna elettorale, costituito da cittadini oggi del tutto indecisi anche sulla scelta di voto”.  

Particolarmente significativo, a 30 giorni dal voto, appare il dato sull’astensione tra i più giovani. “I dati che emergono dall’indagine Demopolis – aggiunge Pietro Vento –  confermano le preoccupazioni espresse dal Capo dello Stato Sergio Mattarella. Il 47%, quasi 1 giovane su 2, tra quanti hanno meno di 25 anni, appare deciso a non votare alle prossime Elezioni Politiche. La maggioranza assoluta degli intervistati – conclude il direttore dell’Istituto Demopolis –  crede che la politica non sia in grado di incidere sulla vita e sul futuro dei giovani nel nostro Paese”.

 

 

 

Nota informativa – L’indagine è stata condotta dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, dal 28 al 29 gennaio 2018, su un campione stratificato di 1.500 intervistati, rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Supervisione della rilevazione demoscopica con metodologie integrate cawi-cati di Marco E. Tabacchi. Coordinamento del Barometro Politico Demopolis a cura di  Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone.

Approfondimenti e metodologia su: www.demopolis.it

 

 

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo