logo san paolo
venerdì 24 novembre 2017
 
 

Perché soltanto il Vangelo di Luca parla del buon ladrone?

11/11/2017 

CRISTINA S. - Mi commuove il brano del buon ladrone. Perché ne parla solo Luca e gli altri Vangeli non lo fanno o dicono solo che i due ladroni si univano al coro delle ingiurie?

Ciò che emerge con certezza dai racconti evangelici, è che Gesù fu crocifisso con altri due condannati. Ma solo Luca riporta alcune frasi pronunciate dagli altri due, da quello che lo insulta e da quello che invece riconosce le proprie colpe, confessa l’innocenza di Gesù e poi si affida pienamente a lui in quel momento finale. Il motivo è che Luca è il più attento a mettere in luce l’aspetto della misericordia, del perdono per i peccatori come centro dell’annuncio evangelico: solo lui riporta la parabola del padre misericordioso (Lc 15,11-32), del fariseo e del pubblicano (Lc 18,9-14), dove analogamente compaiono due personaggi contrapposti. «Oggi sarai con me in paradiso», è la promessa solenne di Gesù (Lc 23,39-43). In questo caso si sottolinea che ogni uomo, anche il più colpevole, può salvarsi fino all’ultimo istante della sua vita, se si apre alla fede in Gesù.

Catechismo della Chiesa cattolica. Edizione speciale con nuovi commenti

I vostri commenti
11
scrivi

Stai visualizzando  dei 11 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo