logo san paolo
domenica 31 maggio 2020
 
dossier
 

50 anni per la città dei Focolarini. Il Papa: «Segno del Concilio»

05/10/2014  Festeggia mezzo secolo di vita Loppiano, la cittadella fondata dal Movimento dei Focolari sulle colline di Incisa Valdarno, vicino Firenze, nel 1964. Oggi è un laboratorio di fraternità e convivenza multietnica. «Testimonianza viva e efficace di comunione tra persone di diverse nazioni, culture e vocazioni», l'ha definita Bergoglio in un videomessaggio

C'era il premier Renzi, papa Francesco ha mandato un video messaggio. E non è un caso se, esattamente 10 anni fa, l'allora arcivescovo di Firenze, il cardinale Ennio Antonelli, definì la cittadella di Loppiano, voluta e fondata dal Movimento dei Focolari in Toscana, sulle colline di Incisa Valdarno, «un certo riflesso e anticipo della Celeste Gerusalemme», perché, spiegò, «qui abitano uomini e donne di popoli, razze, lingue e culture diverse, ma uniti nella fraternità e nella gioia. Qui si lavora, si studia e si sviluppa un fecondo scambio interculturale; si è assidui alla preghiera personale e comunitaria; si ha il gusto della ricreazione e della festa; si accolgono premurosamente i singoli ospiti e le folle di visitatori. Qui, come in ogni città di questo mondo, si soffre e si muore, ma in pace; e il cimitero è un giardino curato amorevolmente, dove tutto parla di vita e di resurrezione, dove la memoria dei morti diventa colloquio di famiglia».

Sabato 4 ottobre, nel giorno di San Francesco, si è festeggiato il cinquantesimo anniversario della fondazione della Cittadella voluta da Chiara Lubich, fondatrice e prima presidente dei Focolarini, la quale, visitando nel 1962 l'abbazia benedettina di Einsiedeln, uno dei centri della civiltà cristiana europea, ebbe l'intuizione che sarebbero nate nel mondo cittadelle moderne con case, scuole, fabbriche. Loppiano, nel 1964, fu la prima. Adesso più di 40 mila visitatori passano ogni anno oltre a coloro che vi abitano stabilmente.
Ispirate ai principi dell'economia di comunione, i Focolarini nel mondo hanno dato vita a 33 cittadelle di queste. Le chiamano «città-bozzetto di società nuova», con case, scuole, aziende, scambi culturali e una fraternità diffusa.

Nel suo messaggio, papa Francesco ha sottolineato che la cittadella è nata «in sintonia profonda con il messaggio del Concilio Vaticano II che proprio 50 anni fa si stava celebrando».E ha ricordato così il disegno: «Testimoniare, nell’amore reciproco verso tutti, la luce e la sapienza del Vangelo». Ecco perché, ha aggiunto, «Loppiano è scuola di vita, è una realtà che vive al servizio della Chiesa e del mondo, per la quale ringraziare il Signore; una cittadella che è testimonianza viva e efficace di comunione tra persone di diverse nazioni, culture e vocazioni, avendo anzitutto cura nel quotidiano, di mantenere tra voi la mutua e continua carità».
Il Vangelo, ha spiegato il Papa, è davvero lievito e sale per una civiltà nuova dell’amore: «attingendo alla linfa spirituale del Vangelo, occorre immaginare e sperimentare una nuova cultura in tutti i campi della vita sociale: dalla famiglia alla politica, all’economia». Infine, il Pontefice ha ricordato che Loppiano è sede dell’Istituto Sophia eretto dalla Santa Sede. E ha sottolienato l'«urgente bisogno di giovani, uomini e donne che, oltre ad essere opportunamente preparati nelle varie discipline, siano allo stesso tempo impregnati della sapienza che sgorga dall’amore di Dio». Poi il messaggio per tutti: guardare avanti, «puntare in alto con fiducia, coraggio e fantasia». Con una raccomandazione: «Niente mediocrità».

A Loppiano metà degli abitanti risiede stabilmente mentre i visitatori, provenienti da ogni parte del mondo, partecipano ad una delle 11 scuole internazionali che prevedono una permanenza da 6 a 18 mesi. Tre i poli attorno a cui ruota la cittadella: il Santuario dedicato a Maria Theotokos, madre di Dio, consacrato nel settembre 2004 in occasione del 40° anniversario della Cittadella; il Polo imprenditoriale Lionello Bonfanti, inaugurato nel 2006, e l'Istituto Universitario Sophia (IUS) che ha preso il via nel 2008.

Da questo stile di vita è nato un laboratorio civile e culturale permanente, LoppianoLab, rete di iniziative che convergono nell’appuntamento annuale di inizio autunno, richiamo per imprenditori e lavoratori, intellettuali e artisti, politici e giornalisti, che vogliono guardare all’Italia, all’Europa - e non solo - per coglierne potenzialità di sviluppo, esigenze e segnali di crescita e innovazione. Nel segno della comunione e della fraternità tra i popoli.

Multimedia
Chiara Lubich, su Tv2000 il documentario sulla fondatrice del Movimento dei Focolari
Correlati
Chiara Lubich, su Tv2000 il documentario sulla fondatrice del Movimento dei Focolari
Correlati
Il Papa a Loppiano, la città senza periferie
Correlati
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%