Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 20 maggio 2024
 
 

Aquila-Caritas: scuola e centro di comunità

18/06/2010  Due nuove strutture con i soldi della gente. La ricostruzione donata dalla Chiesa va in fretta. Gli impegni futuri di Caritas Italiana.

La scuola a Roio
La scuola a Roio

Un’altra scuola e anche un centro di comunità. Sono le due ultime realizzazioni consegnate alle popolazioni colpite dal terremoto dalla Caritas italiana. La scuola, asilo ed elementare, si trova a Poggio di Roio, dove si trova il santuario mariano più noto della zona a cui Papa Benedetto XVI in visita alle zone colpite dal sisma regalò la rosa d’oro. Il Centro di comunità è a Bagno, un'altra frazione dell’Aquila. La scuola, intitolata a don Primo Mazzolari, è costata 2 milioni e mezzo di euro. Il Centro di comunità invece 630 mila euro.

 A oltre un anno dal sisma, operatori Caritas e volontari sono ancora tra le comunità colpite. E i frutti della solidarietà continuano a crescere. Grazie alla raccolta indetta in tutte le parrocchie e alla generosità degli offerenti (singoli, famiglie, gruppi, parrocchie e diocesi) sono pervenuti a Caritas Italiana circa 29 milioni di euro, ai quali si aggiungono i 5 milioni messi a disposizione dalla Cei. A un anno dal terremoto, sono stati spesi quasi 16 milioni di euro. Accanto ad aiuti d'urgenza e progetti sociali, sono 29 le strutture finora avviate (17 concluse e 12 in fase di realizzazione): scuole, centri di comunità, strutture di edilizia sociale e abitativa, strutture socio-caritative, ripristino e consolidamento spazi parrocchiali. Nei prossimi mesi è prevista la realizzazione di ulteriori 25 strutture per un importo di 15 milioni di euro.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo