Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 20 maggio 2024
 
Stasera in Tv
 

Cosa c'è da sapere sulla nuova versione di Filumena Marturano

20/12/2022  Il capolavoro di Eduardo torna su Rai Uno con Vanessa Scalera e Massimiliano Gallo, già insieme nella fiction "Imma Tataranni", nei panni dei due protagonisti

Dopo la fiction "Imma Tataranni-Sostituto procuratore", Vanessa Scalera e Massimiliano Gallo tornano a essere moglie e marito nella commedia “Filumena Marturano” di Eduardo di Filippo, trasformata in un film Tv da Francesco Amato, in onda martedì 20 dicembre alle 21.20 su Rai 1. 

LA TRAMA:

Filumena Marturano è una donna con un passato da prostituta. Convive da anni con Domenico Soriano, un ricco pasticciere. È lei a governare i suoi affari e l’amministrazione della casa, mentre l’uomo continua a fare la bella vita illudendosi di essere ancora giovane. Per costringerlo a sposarla, Filumena si finge in punto di morte, ma appena dopo la celebrazione del matrimonio, Domenico scopre l’inganno e chiede l’annullamento. Solo allora la donna gli rivela che uno dei suoi tre figli, cresciuti in segreto, è in realtà suo. Le certezze dell’uomo vacillano e il desiderio di scoprire quale dei ragazzi è sangue del suo sangue inizia a consumarlo. Per Filumena, però, “'e figli so’ ffigli. E so’ tutti eguali”.

LA PRESENTAZIONE DEL REGISTA E DEGLI ATTORI

"In Filumena c'è amore lo ha scritto per la sorella Titina. Abbiamo deciso di lavorare sulle sfere emotive e psicologiche dei personaggi. Qualcosa è stato cambiato e adattato senza stravolgere nulla", dice  il regista Amato, "Filumena rappresenta l'ostinazione, la fragilità, la tenerezza". Ammette Scalera: "Un po' di timore confesso all'inizio l'ho avuto, ma appena arrivata sul set ho pensato che non dovevo pensare alle altre, Filumena, sarebbe stata mia, e mi auguro in futuro tante giovani attrici continueranno a cimentarsi con questo personaggio, Eduardo appartiene a tutti". Ma l'attrice pugliese tiene ad aggiungere: "Senza Massimilano Gallo, la mia Filumena sarebbe stata sicuramente diversa. E' il miglior Soriano che mi potessi aspettare, mi ha aiutata e trascinata dentro Napoli, è un grande attore, con le pause e gli sguardi". E aggiunge: "Abbiamo lavorato su un aspetto fondamentale che è il perdono. Se inizi a perdonarti puoi perdonare. Filumena e Domenico sono due esseri umani che hanno fallito per buon parte della loro vita, li troviamo nella fase finale, discendente".

Spiega Massimiliano Gallo: "Senza far torto a nessuna, Vanessa era l'unica Filumena possibile accanto a me: tra noi c'è un feeling così forte che ci tutela entrambi. Il mio Soriano dopo una ricerca della eterna giovinezza e l'incomunicabilità con Filumena, si arrende, viene fuori la sua tenerezza. Anche se si scopre ingannato, accetta che i figli sono tutti uguali, volevamo raccontare le fragilità di questi due personaggi straordinari. Scavando nel testo abbiamo trovato tanti elementi da approfondire, lui rincorre un mondo infantile. Filumena è un personaggio bellissimo, il fatto che Eduardo abbia descritto il femminile in questo modo incredibile fa riflettere. Noi siamo attori dobbiamo interpretare un testo non snaturarlo, sarebbebbe un sacrilegio".

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo