logo san paolo
mercoledì 29 giugno 2022
 
a rieti
 

Comunicazione, il Festival: dal chiasso alle parole, l'arte di saper dire

17/05/2022  Una serie di eventi per comprendere i messaggi che ci arrivano dal mondo. In programma, tra gli altri tavole rotonde con Paolo Ruffini (Vaticano), Giovanni Grasso (Qurinale) e il direttore di Famiglia Cristiana, don Stefano Stimamiglio, in occasione dei 90 anni della rivista

Le fake news, l’invadenza dei social, la sfiducia crescente nell’informazione ufficiale e il problema  dell’infodemia, l’incapacità di ascoltare. Sono alcune questioni toccate da papa Francesco nel suo  Messaggio per la cinquantaseiesima Giornata mondiale delle comunicazioni sociali che saranno al centro  del dibattito del 17° Festival della comunicazione in programma a Rieti dal 21 al 29 maggio e promosso  dalle Paoline e dai Paolini i quali, fin dal 2006, in occasione di questa Giornata, organizzano la Settimana  della comunicazione, di cui il Festival è l’evento centrale, con l’obiettivo di creare momenti di riflessione e  condivisione intorno al tema e al messaggio proposto dal Papa.

Il tema di quest’anno è “Ascoltare con  l’orecchio del cuore”, che è anche un invito, da parte di Bergoglio, per giornalisti e comunicatori ad andare in  profondità e cogliere l’essenza di ciò che si racconta.

Don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e di  Libera, e Lucia Annunziata, moderati da Annachiara Valle, inviata speciale di Famiglia Cristiana, aprono la  kermesse con la tavola rotonda “Tra emergenze e differenze”, in programma al Teatro Flavio Vespasiano  sabato 21 maggio alle 11. Tra gli appuntamenti in calendario, “Al di là e al di fuori dei Palazzi, il caso di Famiglia Cristiana; in ascolto della gente, al servizio della Chiesa e della società”, mercoledì 25 maggio nella chiesa di San Giorgio, dedicato ai 90 anni della nostra rivista, con Giovanni Grasso,  portavoce e consigliere per la stampa e la comunicazione del presidente della Repubblica, Paolo Ruffini,  prefetto del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede, il direttore don Stefano Stimamiglio e il  vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili, moderati dal caporedattore di Famiglia Cristiana  Francesco Anfossi. Giovedì 26 una riflessione su post verità e fake news a partire dalla guerra in Ucraina  con la sociologa Chiara Giaccardi e il vicedirettore di Open David Puente, mentre sabato 28 è in  programma la passeggiata-dibattito su “Il verde e il blu: alberi, acque, cibo e vita” nella Riserva dei laghi  Lungo e Ripasottile con Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, e il neurobiologo vegetale Stefano  Mancuso, moderati dal direttore di Avvenire Marco Tarquinio.

 «In una società in cui la comunicazione è spesso caratterizzata dal “chiasso” delle parole, il più delle voltefinalizzato a far prevalere il propriopensiero, papa Francesco capovolge la prospettiva e ci dice che per una buona comunicazione è fondamentale l’ascolto», nota don Giuseppe Lacerenza, referente paolino della Settimana e Festival della comunicazione, «e per ascoltare è importante stare in silenzio. Sembra un paradosso, ma il silenzio e  l’ascolto sono la prima forma di comunicazione: se si vuole ben comunicare è importante dapprima ben  ascoltare. Questo ci permette di giungere all’essenza dei fatti. È bellissima l’immagine del cuore dotato di  un orecchio: non due orecchie ma uno solo. Questo ci permette, nella moltitudine di notizie che ci  giungono ogni giorno, di cogliere l’essenza e la verità dei fatti».

Il Festival si svolge ogni anno in una  diversa diocesi italiana con l’intento di coinvolgere in maniera attiva tutta la Chiesa locale per valorizzare le  risorse del territorio. Quest’anno tocca a Rieti, colpita dal dramma del terremoto nel 2016 e al quale ha  saputo reagire portando solidarietà e aiuto concreto alle popolazioni. «Questo appuntamento», afferma  monsignor Pompili, «è un prezioso approfondimento per il mondo della stampa e della cultura, un volano di nuove idee e la sua forma itinerante è un modo per far emergere i talenti locali e la ricchezza  delle esperienze culturali e artistiche presenti nei territori. La scelta che abbiamo fatto è quella di non  limitare le occasioni d’incontro alla forma del convegno, cercando di proporre anche altri tipi di esperienza.  Il Festival segna il ritorno alle attività in presenza e c’è il desiderio di essere “all’aperto” e  incontrarsi nella misura in cui il virus ci ha tenuto al chiuso».

Una modalità che secondo il vescovo di Rieti  «consentirà di valorizzare l’originalità francescana della Valle Santa, che si avvia a celebrare gli 800  anni della Regola e del primo presepe; di puntare sulla ricchezza ambientale della provincia con un  richiamo al discorso delle Comunità Laudato si’ di tenere un riflettore acceso sulla ricostruzione post  terremoto. Senza però dimenticare che l’orizzonte da guardare è molto più ampio, perché il sisma prima,  poi la crisi sanitaria e ora la guerra, incidono in modo profondo sulle nostre vite. Per venirne a capo  dovremo capire cosa possiamo lasciarci alle spalle e cosa dobbiamo trattenere, dovremo metterci in  ascolto dei segni dei tempi».

Di seguito il programma del Festival. SCARICALO SUBITO

Festival della Comunicazione

Ascoltare con l’orecchio del cuore - Il programma del 17° Festival della Comunicazione e il Messaggio del Santo Padre Francesco per la 56a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali

L'ANTEPRIMA DEGLI EVENTI DELLA SETTIMANA DELLA COMUNICAZIONE

Ecco il programma degli eventi dell'anteprima della settimana della comunicazione:

17 maggio 2022 – ore 19,00

• Dal buio della violenza alla luce di una nuova vita

Dalla Casa di accoglienza “Madre Teresa di Calcutta” per le donne vittime di abusi.

Giuseppina Di Girolamo, direttore della Caritas di Foggia-Bovino

Khady Sene, responsabile settore immigrazione Caritas di Foggia-Bovino

In collaborazione con CEI 8xmille.

Intervista a cura di sr Nadia Bonaldo, Figlie di San Paolo.

19 maggio 2022 – ore 19,00

• Una chiesa sinodale in ascolto dello Spirito

Assunta Steccanella, docente di Teologia pastorale, Facoltà Teologica del Triveneto.

Intervista a cura di sr Nadia Bonaldo, Figlie di San Paolo.

20 maggio 2022 – ore 19,00

• Giornalismo e umanità

Ignazio Ingrao, giornalista vaticanista e autore televisivo

Intervista a cura di Flavia Fiocchi, Editor Edizioni San Paolo.

Multimedia
Chiara Giaccardi: «Qui insieme a tantissimi giovani per sconfiggere le fake news»
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo