logo san paolo
venerdì 23 ottobre 2020
 
Fase 2
 

Il cardinale Bassetti: «Speriamo di celebrare la Messa crismale il 30 maggio»

03/05/2020  Dopo l'accordo con il governo per la ripresa graduale delle celebrazioni, il presidente della Cei invita le diocesi alla prudenza: «Fughe in avanti inopportune, tutte le Chiese d'Italia, che vivono la pandemia in condizioni differenti, camminino insieme». E sulle date: «Speriamo di essere in grado di celebrare la Messa del Crisma la vigilia di Pentecoste»

Il cardinal Gualtiero Bassetti in visita all'ospedale Santa Maria della Misericordia il 17 aprile scorso (Ansa)
Il cardinal Gualtiero Bassetti in visita all'ospedale Santa Maria della Misericordia il 17 aprile scorso (Ansa)

«Sarebbe inopportuno fare corse in avanti, perché il bene comune, che è il bene di tutti, ci invita a camminare insieme a tutte le Chiese sorelle d'Italia, che vivono la pandemia in condizioni differenti»: lo ha detto il presidente della Conferenza episcopale italiana, il cardinale Gualtiero Bassetti, celebrando domenica la Messa nella cappella di Sant'Onofrio della cattedrale di Perugia, della quale è arcivescovo. Il rito è stato trasmesso in diretta dai media diocesani.

Il cardinale Bassetti - riferisce la diocesi - ha dato «alcune notizie per questi giorni in cui stiamo preparandoci all'attuazione della cosiddetta fase 2» «Purtroppo - ha aggiunto il cardinale - ci dicono le statistiche che non siamo ancora usciti da questo forte momento di crisi. Anche il Santo Padre ci raccomanda prudenza. Le modalità delle celebrazioni consentite in chiesa, per i battesimi e i matrimoni, valgono le norme già stabilite durante la “fase 1”; per quanto concerne il rito delle esequie, da lunedì 4 maggio, è consentita la presenza di 15 fedeli, senza che questi debbano essere sottoposti alla misurazione della temperatura corporea prima del rito. Per la Santa Messa domenicale dovremo ancora aspettare circa un paio di settimane, per ulteriori approfondimenti. Sabato 30 maggio, vigilia di Pentecoste, speriamo di essere in grado di celebrare la Messa Crismale con la benedizione degli olii santi».

Il porporato si è quindi rivolto alla comunità diocesana. «Porto a voi - ha detto - la benedizione del Santo Padre, che ho incontrato e che mi ha espresso parole di incoraggiamento per tutti voi, in particolare per gli anziani, i malati, le famiglie numerose, con i problemi riguardanti la gestione dei figli piccoli e degli adolescenti».

Don Ivan Maffeis: «Non c'è obbligo di termoscanner davanti alle chiese»

Intanto, il portavoce della Cei, don Ivan Maffeis, alla trasmissione radio La Finestra su San Pietro del Gr1 ha chiarito ulteriormente la questione dei termoscanner che in un primo momento il comitato tecnico-scientifico aveva indicato come obbligatori all’ingresso delle chiese: «Ieri sera (sabato 2 maggio, ndr) abbiamo fatto un passo avanti con il Comitato» su questa questione, «c'era una difficoltà enorme, il Comitato consapevole di come molti italiani stiano assumendo sempre maggiore responsabilità» rispetto alle norme da osservare contro il coronavirus «ha accettato di non rendere vincolante questa disposizione. Quindi, il termoscanner richiesto in un primo momento, non è più considerato tale».

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 0,00 - 14%