logo san paolo
venerdì 22 novembre 2019
 
opinioni a confronto
 

Gita solo per i bravi in condotta? A volte serve una punizione per riflettere

06/03/2019  Nei casi di ragazzi refrattari a tutti gli interventi disciplinari, restare a casa mentre i compagni partono può innescare comportamenti virtuosi per il futuro.

In gita non c’è posto per tutti e si lasciano a casa gli alunni più indisciplinati. Ed è subito polemica. Se è vero che la gita è un’attività didattica e che l’intero gruppo classe ha il diritto di parteciparvi, è anche vero che talvolta durante l’anno scolastico su alcuni alunni particolarmente refrattari alla disciplina sono stati tentati vari tipi di interventi educativi, senza ottenere risultati.

E nell’età della preadolescenza si può ritenere educativo anche far capire che un’azione ha delle conseguenze e che non sempre si può reiterare un comportamento di disturbo vedendosi garantiti tutti i diritti. Anche perché questo atteggiamento va a ledere il diritto del gruppo classe di voler studiare, stare attenti alle lezioni, sostenere un dialogo con gli insegnanti, collaborare con gli altri ragazzi, insomma fare scuola. E a volte il clima in classe è pesantemente condizionato dal comportamento di pochi. E se per timore che anche la gita possa finire nel solito caos, e che la situazione scappi di mano, i professori decidono di rinunciare, ciò va a svantaggio di tutti, anche di quelli che hanno sempre osservato le regole e hanno mostrato interesse e attenzione. Certo, l’esclusione dalla gita non deve arrivare come un fulmine a ciel sereno, ma deve essere ventilata in anticipo per provare a richiamare a un comportamento più consono i cosiddetti disturbatori.

Non vogliamo generalizzare e siamo ben consapevoli che talvolta certi atteggiamenti sono causati da situazione familiari pesanti, da una deprivazione sociale, da disagi ascrivibili ai cosiddetti Dsa. Ma sta agli insegnanti saper discernere e valutare chi davvero viola le regole e si rende protagonista di provocazioni sistematiche fidando su una sostanziale impunità, perché le note e i richiami non sono vissuti come un reale deterrente. E allora in questi casi vedere i compagni che partono per la gita mentre loro restano a casa, potrà davvero essere un monito che li farà profondamente riflettere e magari cambiare il corso dei loro comportamenti in futuro.

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    CREDERE
    € 88,40 € 52,80 - 40%
    FELTRO CREATIVO
    € 22,00 € 0,00 - 18%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%