Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 29 maggio 2024
 
Festival
 

Grande musica nel piccolo borgo

24/06/2021  Al via domani il festival Nuovi Mondi a Moiola, 223 anime nel cuneese. Tra gli ospiti Roberto Vecchioni, Emir Kusturica, Umberto Galimberti...

Come ci sono finiti Roberto Vecchioni ed Emir Kusturica a Moiola, un paesino di 223 abitanti in propvincia di Cuneo? il piccolo miracolo avviene da dieci anni. Il 25 giugno a Moiola torna  “Nuovi Mondi” Festival, il più piccolo festival di montagna del mondo che ogni anno porta in Valle Stura migliaia di persone per l’arrivo di ospiti internazionali, la proiezione di film in prima visione provenienti da tutto il mondo, la presentazione di libri.

Il progetto, vincitore dell’avviso pubblico “Borghi in Festival”, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura coinvolge un’intera comunità, quella di Valloriate e dintorni, con l’ambizione di promuovere la Valle Stura. L’evento, che in occasione del 10° anno porterà in Valle grandi nomi del calibro di Emir Kusturica, Roberto Vecchioni, “Manolo”, Umberto Galimberti e Vito Mancuso, si svolgerà fino a domenica 4 luglio. 

«L’edizione 2021 del nostro Festival vuole essere un invito a uscire fuoricampo ed è un inno innanzitutto alla montagna, per scoprire la bellezza della natura dopo un anno di distanze» dichiarano Silvia Bongiovanni e Fabio Gianotti di Kosmoki, organizzatori del Festival « Ma anche un invito a uscire fuori dal campo battuto per esplorare con il pensiero nuove strade andando oltre gli schemi. Fuori campo siamo noi, che da 10 anni resistiamo nel piccolo comune di Valloriate credendo che i grandi sogni siano linfa per i cambiamenti. Fuori campo sono gli ospiti della decima edizione che, come non mai, ci aiuteranno a scoprire un mondo in cui valori, etica e responsabilità, ma anche immaginazione e coraggio, costruiscono futuri migliori. Il festival si allargherà in altri due comuni della Valle Stura, Moiola e Rittana, perché c’è bisogno di sognare in grande».  

L’intenso programma del Festival propone, come ogni anno, il Concorso Doc Nuovi Mondi che, per celebrare la decima edizione della kermesse, presenta agli appassionati del grande schermo anche due film in anteprima mondiale: Untold story of Fatma Kayaci del turco Orhan Tekeoglu e Unsettled dell’iraniano Sadeq Esmaeeli. Giunte da 17 Paesi diversi e selezionate tra oltre 600 arrivate da ogni posto del mondo, saranno in tutto 20 le pellicole proiettate a Valloriate da domenica 27 giugno a domenica 4 luglio. I film, alcuni con partecipazioni ad importanti rassegne come il Festival di Locarno, sono stati divisi in tre sezioni tematiche: “Mountain and Adventures” per i film di alpinismo, montagna e avventura; “Landscapes” per una vetrina sul mondo come non lo si è mai visto e “World Culture” per imparare a viaggiare con altri occhi. 

Il Programma
A Moiola, venerdì 25 giugno, arriverà il filosofo e psicoanalista Umberto Galimberti, che terrà dalle 18.30 una conferenza dal titolo dal titolo “Orme del sacro” che trae spunto dal libro “Cristianesimo. La religione dal cielo vuoto” (Feltrinelli), scritto dal filosofo ed edito nel 2012. Il giorno seguente, sabato 26 giugno, dalle 18, sempre a Moiola, il festival accoglierà Vito Mancuso, uno dei più noti teologi contemporanei, che dialogherà con il pubblico a proposito del senso della vita. Da giovedì 1 a sabato 3 luglio sarà Valloriate ad ospitare altri “grandi nomi” della decima edizione: giovedì 1 alle 21, salirà in Valle Stura uno dei padri storici della canzone d’autore in Italia: Roberto Vecchioni che parlerà del suo ultimo libro intitolato “Lezioni di volo e di atterraggio” (Einaudi), una sorta di viaggio letterario che si articola in 15 lezioni indirizzate ai suoi studenti di allora e a quelli di oggi. Venerdì 2, alle 21, serata per alpinisti con il grande Maurizio Zanolla, per tutti Manolo, uno dei pionieri dell’arrampicata libera in Italia, primo italiano a salire una via d’arrampicata di difficoltà 8b. Sabato 3, alle 21, il palco del festival accoglierà un grande ospite internazionale: il regista cinematografico Emir Kusturica, insieme a Paolo Manera (direttore Film Commission Torino Piemonte) e Domenico De Gaetano (direttore Museo Nazionale del Cinema di Torino). Tra i tanti riconoscimenti ricevuti in carriera, due Palme d’oro al Festival di Cannes, un Leone d’oro e uno d’argento al Festival di Venezia, un Orso d’argento al Festival di Berlino. Kusturica cura l’organizzazione del Kustendorf International Film and Music Festival che, come il “Nuovi Mondi” Festival, si svolge in un piccolo borgo montano della Serbia. Domenica 4, infine, alle 18, sarà a Valloriate il medico e politico italiano, europarlamentare dal 2019, Pietro Bartolo famoso per essere stato, dal 1992 al 2019, il responsabile delle prime visite ai migranti che arrivavano a Lampedusa.
 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo