Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 20 aprile 2024
 
Gsk Informa
 

L'importanza di vaccinarsi dopo i 65 anni

24/05/2021  Influenza, pneumococco, pertosse e fuoco di sant'Antonio: cosa c'è da sapere per una corretta prevenzione delle malattie

INFLUENZA STAGIONALE

L’influenza è una malattia infettiva delle vie aree con cui facciamo i conti ogni inverno. Il virus dell’influenza muta velocemente e questo causa la necessità di vaccinarsi ogni anno contro il nuovo virus influenzale. Perché la vaccinazione è importante? Perché l’influenza – soprattutto in anziani e soggetti a rischio – può portare a ospedalizzazioni e complicanze respiratorie gravi.

PNEUMOCOCCO

Gli pneumococchi sono batteri in grado di scatenare malattie come meningiti, sepsi, otiti e polmoniti in bambini, adulti over 65 e soggetti a rischio. Le polmoniti, in particolare nella stagione invernale, possono portare a complicanze respiratorie gravi, febbre alta, ricoveri ospedalieri e decesso. La vaccinazione è in grado di ridurre l’incidenza della polmonite pneumococcica, ridurre il rischio di contrarre la malattia, le sue complicazioni - come BPCO, asma e disturbi cardiaci - e quindi anche il ricovero ospedaliero.

PERTOSSE

La pertosse è una malattia molto contagiosa causata dal batterio Bordetella pertussis. I sintomi tipici sono tosse persistente, febbre, secrezioni nasali fino ad arrivare a difficoltà respiratorie, apnea, vomito. Le complicanze che portano al decesso sono dovute ad altre infezioni batteriche: otiti, polmoniti, bronchiti ed encefaliti. La vaccinazione contro la pertosse richiede – per assicurare un’adeguata protezione anche nell’adulto – un richiamo raccomandato ogni dieci anni.

FUOCO DI SANT’ANTONIO

Comunemente nota come fuoco di Sant’Antonio è una patologia causata dal virus della varicella Herpes Zoster che si riattiva dopo uno stato di quiescenza. È una malattia dolorosa, che provoca eruzioni cutanee vescicolari soprattutto a livello del torace e del tronco e che può protrarsi anche per 6 mesi-1 anno con effetti collaterali anche gravi (ischemia associata all’infiammazione). L’incidenza è correlata all’età: fino a 6-7 ogni 1.000 persone per anno nelle fasce d'età 70-80 anni. Esiste una vaccinazione gratuita, consigliata e disponibile per gli over 65, grazie al PNPV 2017-2019. Chiedi informazioni al tuo medico curante.

Cos’è il Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale (PNPV)?

È un documento che definisce gli obiettivi primari del SSN in un’ottica di prevenzione. La vaccinazione gratuita e libera è il primo e più efficace strumento di prevenzione contro malattie infettive virali e batteriche. Il Piano ha una durata biennale: in attesa della pubblicazione del nuovo PNPV valgono gli obiettivi del precedente PNPV 2017-2019. 

Quali obiettivi? 
► Garantire una corretta comunicazione
► Mantenere l’Italia libera dalla poliomielite
► Aumentare la copertura vaccinale contro il morbillo, per evitare epidemie
► Aumentare la copertura vaccinale, soprattutto nei soggetti più a rischio
► Rendere la vaccinazione uno strumento di protezione sia individuale sia collettivo, indipendentemente da luogo di residenza, stato sociale, economico e culturale.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo