Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 25 maggio 2024
 
STORIE
 

La canzone di Tananai per quei ragazzi in guerra

24/02/2023  Ascoltata sul palco di Sanremo sembrava il solito romantico brano d'amore. Ma non si può sentire il pezzo che il cantante milanese ha portato al Festival 2023 senza vedere il suo video: piccoli messaggi e spezzoni di vita che si sono scambiati due innamorati, Olga e Maxim, che ora sono sotto le bombe in Ucraina. A cui Tananai ha dedicato il suo brano

Sono state regalate rose azzurre e gialle, i colori dell’Ucraina, al pubblico affollato davanti all’Ariston, durante lo show a sorpresa dal terrazzo del teatro di Tananai, cantante milanese arrivato quinto all’ultimo Sanremo.

Alberto, questo è il suo vero nome, lo avevo seguito con affetto nelle serate del festival, perché fidanzato con una delle amiche d’infanzia di mia figlia, la bellissima Sara. E poi perché era molto migliorato come cantante e professionista dal Sanremo 2022, dove con simpatia aveva festeggiato il suo ultimo posto, tenero, divertente, empatico. Tananai piace anche a noi mamme. 

Tango, il video ufficiale della canzone presentata da Tananai a Sanremo 2023, dedicata al popolo ucraino

Ci ha fatto commuovere quando sbbismo visto il video della sua canzone “Tango”, dedicata a due ragazzi ucraini, Olga e Maxim, che si amano, condannati a separarsi a causa della guerra. Lei scappata in Italia e diventata per poche settimane vicina di casa di Tananai, ma ora ritornata in patria. Lui, Maxim, soldato al fronte.

Alberto-Tananai ha raccolto in un video i loro videomessaggi da whatsapp, allegri al mare e sulla neve prima, sotto le bombe poi. Tra “le palazzine in fiamme” citate dalla canzone.

Personalmente ho riascoltato la canzone sanremese guardando quel video, un non video, solo vita vera di due ragazzi. Quando, alla fine del brano, ho ascoltato le parole, “Ritornero un lunedì, ma non è mai lunedì”, mi sono scese le lacrime. Sono mamma di una ragazza come Sara e come Olga. Ho pensato proprio a mia figlia e a Sara, nella loro vita normale, all’inizio di vite professionali, all’inizio di storie d’amore. E ho visto Olga nei suoi semplici video amatoriali. E il suo Maxim, in guerra.

Multimedia
Le foto più belle della prima serata di Sanremo
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo