Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 21 aprile 2024
 
Manipolazione tossica
 

Madre invadente: «Mia figlia single separata e "mollacciona", che frana con i bambini!»

19/10/2023  «È vero che è separata e che lavora tutto il giorno come una matta, ma insomma, non ci sa fare, devo mettere a posto tutto io!» Risponde Mariateresa Zattoni, consulente familiare

Mia figlia non ci sa fare con i suoi due figli: quando è costretta a chiedere il mio aiuto, mi chiama e mi impone di non far niente in casa sua. Ma io trovo il caos! Come faccio a star con le mani in mano? Ma appena ho messo ordine, i due nipotini (quattro e sei anni) corrono, saltano, rimettono tutto in disordine. Insomma: mia figlia non è autorevole. È vero che è separata, è vero che lavora tutto il giorno come una matta, ma… dovrebbe badare di più a questi figli, no? Come posso fare a farglielo capire? Lei mi può aiutare?

ROMINA

Eh no, cara Romina, anche potessi, non ti aiuterei: temo che tu non stia aiutando tua figlia, ma in fondo ricerchi potere su di lei. La vuoi più autorevole con i figli e immagino che tu, Romina, ti sia sentita autorevole a suo tempo con questa figlia unica (era un soldatino, parole tue). È lei, la figlia, che non sa fare la madre!

Ora vorrei mostrarti qualche lato buono di questa figlia infelice: ha trovato che la separazione era necessaria, vedi quanta fatica fa con il suo lavoro, come la sera è stanca e stravolta, come spesso è trattata male anche in ufficio… come crolla sul divano dicendo “nessuno mi aiuta”.

E i bambini inquieti e caotici le saltano in braccio e vogliono le coccole…

Forse è ora di dirle, cara nonna appassionata: “Ti apprezzo tanto, più di così non puoi fare. Sei generosa, dai tutta te stessa ai tuoi fi gli. Vedrai, cresceranno e capiranno un po’ di più. Come posso aiutarti?”. Abbi fiducia in tua fi glia, cara nonna. E guardala con occhi buoni. Apprezza i suoi sforzi e i suoi sacrifi ci. Sarai così per lei un grande aiuto

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo