logo san paolo
mercoledì 23 settembre 2020
 
Reali inglesi
 

"Per Harry e Meghan più di Buckingham Palace conta Hollywood"

10/01/2020  Secondo il giornalista del Daily Mail Robert Hardman, grande conoscitore della casa reale inglese, la logica che muove i duchi di Sussex ad allontanarsi dalla corte di Elisabetta è quella dello star system. "Lei vuole capitalizzare la sua celebrità e lui la segue su questa strada, memore di quanto ha patito sua madre Diana"

“Quei due si sentono sotto assedio, perseguitati dalla stampa e senza motivo”. Robert Hardman, biografo della Regina Elisabetta, corrispondente reale per il vendutissimo tabloid “Daily Mail” e autore del volume “Queen of the world”, racconta il gelo tra la coppia Meghan e Harry e i media britannici. E spiega che: “qui in Gran Bretagna le cose si fanno diversamente da come capita a Hollywood, ma, in questo momento, a guidare le pubbliche relazioni del principe e della moglie e’ una logica da celebrita’ anziche’ da famiglia reale”. “Tutto e’ cominciato quando qualcuno ha fatto sapere al tabloid “Sun” che Harry e Meghan stavano cercando un nuovo ruolo. I due si sono indispettiti per quell’articolo e hanno deciso di non aspettare e di far sapere al pubblico che vogliono rinunciare, almeno in parte, ai loro ruoli ufficiali”, dice Hardman.

Perche’ ferire la Regina Elisabetta e il principe Carlo senza concordare con loro l’annuncio? 
 

“E’ capitato prima con il documentario sul sud Africa. Meghan e Harry vogliono essere indipendenti e in controllo. E’ un atteggiamento che va bene se sei un’attrice, ma non se sei un membro della famiglia reale”.

C’e’ stato un periodo, subito dopo il matrimonio, durante il quale Meghan ha seguito le tradizioni della corona e si e’ inserita bene nel suo nuovo ruolo. Che cosa non ha funzionato? 

“Se sei un membro della famiglia reale devi accettare che verranno scritti su di te centinaia di articoli, alcuni positivi e altri no. Meghan e Harry hanno detto che esiste una campagna contro di loro. E’ un’assurdita’. Si paragonano alla principessa Diana, ma quest’ultima ha sofferto veramente. I paparazzi l’hanno rincorsa quella tragica notte a Parigi e non l’hanno aiutata mentre stava morendo. Meghan e Harry sono appena rientrati da una vacanza in Canada di otto settimane, pagata dai contribuenti britannici, durante la quale non sono mai stati disturbati dai giornalisti. Nel nuovo sito, che hanno appena lanciato, dicono che non vogliono parlare con giornalisti che sono ostili ma un reale e’ una personalita’ pubblica e deve parlare con chiunque”.

Sembra che sia stata soprattutto Meghan a non essersi adattata al suo nuovo ruolo 

“Meghan ha fatto fatica a passare da celebrita’ di Hollywood a membro della famiglia reale ma anche Harry ha sempre avuto problemi con i media, che risalgono alla tragica morte della mamma Diana. Da bravo marito vuole sostenere e proteggere la moglie”.

Pensi che potranno realizzare quello che propongono, ovvero essere reali soltanto a meta’. Continuare a “onorare la Regina”, come dicono nel loro comunicato, assolvendo ai loro impegni pubblici, ma in un ruolo minore, rimanendo persone private? 

“No. E’ un tentativo di salvare capra e cavoli che non funzionera’. Harry e Meghan vogliono darsi le loro regole, non seguire quelle della monarchia, ma questo non e’ possibile. Se rappresenti la Regina in una missione diplomatica devi portare con te un gruppo di persone. Devi pianificare questo viaggio in anticipo. I sudditi sono contenti di pagare se stai lavorando per loro. Come potresti andare ad Acapulco, stare un’ora sulla spiaggia e svolgere un’ora di funzioni pubbliche? Essere per meta’ una personalita’ pubblica e per meta’ una persona qualunque. E’ impossibile”.

Stiamo assistendo a uno scontro tra cultura americana e britannica? 

“Non c’e’ dubbio. Meghan si fa consigliare da un gruppo di amici e esperti di pubbliche relazioni di Hollywood – basti pensare a Oprah Winfrey - che pensano che il modo britannico di gestire la vita pubblica sia superato. Harry, al contrario, dovrebbe rifarsi ai segretari della corte. Il fatto che la coppia stia negoziando davanti alle telecamere, anziche’ in privato, con la Regina e il principe Carlo, il loro nuovo ruolo dimostra che e’ l’approccio americano e non quello britannico a prevalere”.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%