logo san paolo
mercoledì 01 dicembre 2021
 
 

Rifiuti, arriva lo sciopero dei Bot

23/06/2011  L’Associazione contribuenti italiani smetterà “di finanziare lo Stato” per protestare contro l’emergenza in Campania

Singolare iniziativa delle associazioni di consumatori per contrastare la continua emergenza rifiuti in Campania. «A sostegno dell'intervento della Commissione Ue», si legge in un comunicato, «l'Associazione contribuenti italiani annuncia per il prossimo mese di luglio lo sciopero dei Bot dei contribuenti italiani , iniziativa di lotta, a cui stanno valutando di aderire anche lo Sportello del contribuente, lo Sportello antiusura, lo Sportello diversamente abili, lo Sportello immigrati, lo Sportello colf, lo Sportello Pmi e lo Sportello onlus».

«Con la proclamazione dello stato di agitazione», spiegano da Contribuenti.it, «si intende protestare contro uno Stato inerte che, nonostante l'aumento della tassa rifiuti, continua a umiliare e a deturpare l'immagine del paese all'estero, distruggendo l'economia del Sud, come accertato dall'indagine degli ispettori della Ue».

«Dal primo luglio valuteremo se astenerci dall'acquisto dei titoli di Stato italiani fino alla fine dell'anno», dice Vittorio Carlomagno, presidente dell’Associazione contribuenti italiani, «preferendo obbligazioni della Bei (Banca europea degli investimenti) e della Bers (Banca europea per lo sviluppo economico)». In questo modo, è il ragionamento, «sosterremo l'azione della Ue proteggendo i nostri risparmi».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo