logo san paolo
lunedì 21 settembre 2020
 
Stasera in Tv
 

Sanremo 2020, le nostre pagelle delle canzoni in gara

03/02/2020  Abbiamo ascoltato in anteprima le 24 canzoni dei Campioni del Sanremo condotto da Amadeus. Nei testi dominano i sentimenti tra genitori e figli. Scarsi riferimenti sociali o alla dimensione spirituale. Nelle musiche, tornano le sonorità anni ottanta. Ecco chi sono, a un primo ascolto, i nostri promossi e i nostri bocciati.

Niente o quasi impegno sociale, zero spiritualità, qualche ri essione sulle difficoltà della vita e poi l’amore in tutte le sue declinazioni (di coppia, tra un padre e una figlia, tra una figlia e la madre, tra un nonno e il nipote). Se passiamo alla musica, l’impronta del direttore artistico Amadeus è ancora più netta: recupero di sonorità degli anni ’80, il decennio in cui l’ex Dj si è formato, e netta prevalenza di brani ritmati sulle classiche ballate sanremesi. Risultato? Canzoni che, se non passeranno alla storia, passeranno molto, almeno alcune, in radio. E che, grazie al loro ritmo, aiuteranno a restar svegli chi, come abbiamo fatto noi, vorrà sentirsele tutte e 24 di fila.

Ecco le nostre prime impressioni

1. Me ne frego, Achille Lauro

Il rapper torna ammiccando al rock degli anni ’80 tanto nella musica quanto nel testo (l’amore è «panna montata al veleno»: ricordate Gianna Nannini che cantava «quest’amore è un gelato al veleno»?). VOTO 7

2. Andromeda, Elodie

Si sente forte la mano di Mahmood nel ritrarre una donna in cerca di riscatto tra cambi di ritmo e sonorità avvolgenti. VOTO 7

3. Dov’è, Le Vibrazioni

Una ballata rock giocata sull’ossessiva ripetizione del titolo. L’oggetto è la gioia che questi disillusi quarantenni non trovano più. VOTO 6

4. Ringo Starr, Pinguini tattici nucleari

Cercano di bissare il successo dello Stato Sociale con una canzone all’insegna dell’ironia. Non ci hanno persuaso del tutto, ma il ritornello è molto orecchiabile. VOTO 6,5

5. Sole a est, Alberto Urso

Il vincitore di Amici convince con una canzone tradizionale, ma cantata e arrangiata benissimo. Tra tanto ritmo, è giusto che ci sia spazio anche per il belcanto. VOTO 7

6. Baciami adesso, Enrico Nigiotti

La canzone più sanremese di tutte, nel senso peggiore del termine. La banalità trionfa. VOTO 5

7. Tikibombom, Levante

Il testo più bello, dedicato a quanti la società bolla come perdenti e invece sono come «chiese aperte a tarda sera». La particolare vocalità della cantautrice fa il resto. VOTO 7,5

8. Eden, Rancore

Rivelazione dell’anno scorso nel duetto con Daniele Silvestri, il rapper si conferma con un pezzo in cui mescola pianoforte ed elettronica con originalità, prendendosela con Donald Trump: «Tu vuoi nemici sempre, se la strega è in Iraq». VOTO 7,5

9. Rosso di rabbia, Anastasio

Un altro rapper che urla la sua rabbia, tra terrorismo, rivoluzione e panico. Chiude un furioso assolo di chitarra. VOTO 7,5

10. Viceversa, Francesco Gabbani

Il trionfatore di Sanremo 2017 torna mostrando il suo lato più intimista con una elegante canzone d’amore. VOTO 7

11. Il confronto, Marco Masini

Un bilancio della propria vita, con l’invito ad accettarsi, errori compresi («Marito mancato» e poi «padre, ma non è capitato»). VOTO 6,5

12. Carioca, Raphael Gualazzi

Canzone che mantiene le promesse: si balla su ritmi latini, ma da un jazzista con il suo talento era lecito attendersi di più. VOTO 6,5

13. Sincero, Bugo e Morgan

Altri due quarantenni disillusi tra la ribellione giovanile e la realtà ordinaria fatta di palestra, vestiti e tasse da pagare. Stavolta però il pezzo centra il bersaglio, tra ironia e atmosfere anni ’90. VOTO 7

14. Come mia madre, Giordana Angi

L’ennesima canzone sulla mamma a Sanremo? Sì, e senza particolari guizzi. VOTO 6,5

15. Nell’estasi o nel fango, Michele Zarrillo

Il veterano del Festival (13 partecipazioni) stupisce con un brano molto ritmato, ma che non decolla. VOTO 6

16. Lo sappiamo entrambi, Riki

L’idolo delle ragazzine disegna questo quadretto: «Io fisso il vuoto che è a pezzi e tu ti addormenti guardando la Tv». La noia si estende al resto della canzone. VOTO 5

I cantanti in gara, canzoni e pagelle

17. Fai rumore, Diodato

Brano in sé non eccezionale, ma nobilitato dalla voce celestiale del cantautore in versione ultraromantica. VOTO 6,5

18. Finalmente io, Irene Grandi

Vasco Rossi e Gaetano Curreri tornano a scrivere per lei. E Irene sfodera la consueta grinta. Ma un pizzico di delusione resta. VOTO 6,5

19. Voglio parlarti adesso, Paolo Jannacci

Anche le canzoni dedicate ai figli (in questo caso la piccola Allegra) sono un classico di Sanremo. Paolo però conquista con una ballata raffinata. VOTO 7

20. Niente (resilienza 74), Rita Pavone

Il numero è quello dei suoi anni, la canzone è un invito a non arrendersi mai, il risultato è un bella lezione a tante “nipotine” che fanno il suo lavoro senza avere un grammo della sua energia. VOTO 6,5

21. Musica (e il resto scompare), Elettra Lamborghini

Se l’obiettivo è creare un tormentone da villaggio estivo, allora ci siamo. VOTO 6,5

22. No grazie, Junior Cally

Se il giudizio si ferma a questa canzone, non può che essere positivo: un’invettiva rap spruzzata di rock contro i populismi, che spazia da Salvini («il razzista che pensa al Paese ma è meglio il mojito) a Renzi («chi perde e poi fonda un partito»). VOTO 7

23. Gigante, Piero Pelù

La dichiarazione d’amore di un nonno al nipote è invece una novità al Festival. E fa tenerezza che a farla sia un tipo come Pelù. Il pezzo però non è un granché, nonostante il grande spolvero di tastiere anni ’80. VOTO 6

24. Ho amato tutto, Tosca

Una voce bellissima al servizio di un brano che funzionerebbe più in un musical che all’Ariston. VOTO 6,5

(Articolo e composizione immagini originali pubblicati la prima volta su FC5 del 2020. Credit delle foto: ETTORE FERRARI/ANSA - M AURIZIO D’AVANZO/IPA ( ) - A NGELO CARCONI/ANSA - A NGELO CARCONI/UFFICIO STAMPA - CHIARA MIRELLI/UFFICIO STAMPA - A NGELO TRANI/UFFICIO STAMPA - F LAVIOEFRANK/UFFICIO STAMPA - EMANUELE FERRARI/UFFICIO STAMPA NICOLA ALLEGRI/UFFICIO STAMPA - PAOLO DILETTO/IPA - C HIARA MIRELLI/UFFICIO STAMPA - A NGELO CARCONI/ANSA - MARCO ROSSI/UFFICIO STAMPA)

Multimedia
I peggio e i meglio vestiti di Sanremo 2020
Correlati
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%