Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 20 maggio 2024
 
dossier
 

Testimoni d'amore, ecco chi sono i 10 nuovi santi voluti da papa Francesco

13/05/2022  Il 15 maggio, quinta domenica di Pasqua, sul sagrato della basilica di San Pietro, il Papa presiede la celebrazione eucaristica e il rito della canonizzazione di 10 beati. Le loro biografie. Il loro esempio. La loro eredità umana e spirituale. Nel numero in parrocchia e in edicola di Famiglia Cristiana un dossier tutto dedicato a loro

Foto Ansa
Foto Ansa

Dieci. Tutti insieme. Domenica 15 maggio per volere di papa Francesco vengono canonizzati cinque sacerdoti, quattro religiose e un laico, un padre di famiglia martirizzato nel lontano Oriente. Quattro italiani, tre francesi, un olandese e un indiano: la santità non ha confini né differenze di censo. Accomuna uomini e donne. Nel numero in edicola e in parrocchia, Famiglia Cristiana dedica alle loro figure uno speciale da staccare e conservare intitolato Testimoni d’amore.

 

Sono storie intense che in almeno un paio di casi partono da molto lontano, da giovinezze spese nei piaceri della carne e del mondo. Poi, l’incontro con Dio. Ciascuno a suo modo. Ampio spazio viene dato alle biografie del sacerdote carmelitano olandese Titus Brandsma (1881-1942), ucciso a Dachau, della francese suor Marie Rivier (1768-1838), delle italiane suor Anna Maria Rubatto (1844-1904), suor Maria Domenica Mantovani (1862-1934) e suor Carolina Santocanale (1852-1923), dei sacerdoti italiani Luigi Maria Palazzolo (1827-86) e Giustino Maria Russolillo (1891-1955),  del francese don César de Bus (1544-1607), del laico indiano Nilakandan, battezzatosi con il nome di Lazzaro (1712-1752), ucciso perché non abiurava il cristianesimo. Si parla anche di Charles de Foucauld (1858-1916), il nobile che trovò Cristo nel deserto. E proprio all’“eremita del Sahara” s’ispira Come un viaggiatore nella notte, un oratorio sacro ideato da Marcello Bronzetti (che ha composto testi e musica), eseguito dal coro e orchestra “Fideles et amati”, diretti da Tina Vasaturo, con la voce narrante di Fatima Lucarini. Famiglia Cristiana presenta in anteprima l'opera che va in scena a Roma. 

L'esempio delle dieci persone canonizzate rende attuale l'osservazione contenuta nella Gaudete et exultate di papa Francesco del 9 aprile 2018: «Lo Spirito Santo riversa santità dappertutto nel santo popolo fedele di Dio, spesso si tratta della "santità della porta accanto"», di quelli che ci vivono vicino e riflettono la preesenza di Dio. Accorgercene è dono. Seguirne le orme è Grazia. 

 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo