logo san paolo
martedì 05 marzo 2024
 
Stasera in Tv
 

Tutto su Exodus, il film sulla nascita di Israele

02/05/2018  La trama, le curiosità (e gli errori storici) del kolossal del 1960 di Otto Preminger con Paul Newman che racconta la fondazione dello Stato ebraico nel 1948 in onda su La7

Questa sera alle 21.10 La7 trasmette Exodus, film del 1960 tratto dall’omonimo romanzo del 1958 di Leon Uris, che racconta la fondazione di Israele. La pellicola diretta da Otto Preminger è ambientata nel 1947.

Un gruppo di ebrei scampati allo sterminio nazista si rifugia a Cipro dove, contro il volere degli inglesi, si appropria di una nave, la Exodus, per raggiungere la terra promessa in Palestina, terra all’epoca sotto controllo del Regno Unito per mandato dell’ONU. Ari Ben Canaan (interpretato da Paul Newman), membro dei un’organizzazione paramilitare ebraica, si finge ufficiale britannico inviato dal Ministero delle Colonie per riportare i profughi in Germania, ma il trucco viene scoperto. A quel punto i profughi iniziano uno sciopero della fame che dura parecchi giorni.

Kitty, infermiera statunitense, chiede di salire a bordo della nave per recuperare Karen, un’amica ebrea danese, e una volta salita sull’Exodus si rende conto delle cattive condizioni in cui vertono i profughi. Kitty riesce a convincere il generale inglese Sutherland ad andare direttamente a Londra per chiedere di far salpare la nave verso la Palestina. Ottenuto il permesso la Exodus sbarca nella terra promessa, ma lì trova una situazione di conflitto fra ebrei e arabi. Uno dei profughi sbarcati si unisce all’Irgun, un’organizzazione militare ebraica comandata da Akiv Ben Canaan, zio di Ari. Il padre di Ari, Barak, è invece a capo dell’Agenzia Ebraica per la Palestina, che mira a formare lo stato di Israele senza l’uso della violenza, ma attraverso canali politici. L’iIgun compie un atto terroristico dove muoiono 91 persone e Akiv viene arrestato. Il nipote non condivide le sue idee, ma decide di cercare di farlo evadere.

La vicenda reale da cui è tratto il romanzo è in realtà molto differente:  innanzitutto il porto di partenza della Exodus fu quello di La Spezia (come spieghiamo in un altro articolo) e i profughi non riuscirono mai a raggiungere la Palestina. La nave venne intercettata e i profughi ebrei vennero prima portati in Francia e poi di nuovo in Germania nella zona di occupazione inglese. Il film vinse un premio Oscar per la migliore colonna sonora scritta da Enrest Gold e si aggiudicò due nomination, una come il Miglior attore non protagonista a Sal Mineo e una per la Miglior Fotografia a Sam Leavitt.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo