logo san paolo
domenica 05 luglio 2020
 

Applausi in chiesa? Sì ma con sobrietà

Caro don Antonio, vorrei conoscere il suo parere su un tema che mi sta angosciando. Mi riferisco agli applausi in chiesa in occasione di concerti, matrimoni o anche cerimonie funebri. A me era stato insegnato che in chiesa non si applaude mai: questa indicazione non vale più? Mi danno pure fastidio le conversazioni salottiere prima e dopo ogni rito religioso. E ora anche gli squilli e le conversazioni al telefonino. Per non dire del pianto dei bimbi e dell’indifferenza dei loro genitori. So bene che la Chiesa è la casa di tutti, ma proprio per questo ci vorrebbe il massimo rispetto, prima di tutto verso il Signore, poi verso il prossimo che ha diritto ad assistere e partecipare alle funzioni con il dovuto raccoglimento. Questi comportamenti mi amareggiano ancor di più quando vedo che c’è la massima tolleranza da parte dei sacerdoti. Forse, sono io che sbaglio e mi devo adeguare?

MARIA ROSA

È una questione di buon senso e di buon gusto. Non c’è una norma liturgica che preveda o proibisca gli applausi in chiesa. Quando è frutto di una partecipazione spontanea, che si mantiene nella sobrietà, senza scadere in eccessi, spesso è qualcosa di commovente, che ti prende no alle lacrime, sia come partecipazione alla gioia degli sposi in un matrimonio sia al dolore dei parenti in un funerale. D’altronde, nelle celebrazioni dov’è presente il Papa, l’applauso è il modo più diretto per manifestare la gioia. È l’abuso a generare sentimenti di rigetto e di fastidio.


22 settembre 2016

Discussione collegata
I vostri commenti
38
scrivi

Stai visualizzando  dei 38 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%