logo san paolo
martedì 16 agosto 2022
 
 

Terremoto, io non rischio

28/09/2013  Sabato 28 e domenica 29 settembre torna in piazza una capillare campagna informativa: oltre 3.200 volontari di 14 associazioni nazionali di protezione civile allestiscono stand in 215 piazze italiane per sensibilizzare i propri concittadini sui pericoli legati ai movimenti tellurici.

Siamo a rischio sì o no? E se sì, quanto? Conosciamo la storia e la pericolosità sismica del nostro territorio? Sappiamo cosa fare e dove andare in caso di scosse telluriche? Sabato 28 e domenica 29 settembre le domande possono avere finalmente delle risposte. Oltre 3.200 volontari di 14 associazioni nazionali di protezione civile allestiscono stand in 215 piazze, distribuite su quasi tutto il territorio nazionale, per sensibilizzare i propri concittadini sui pericoli sismici. La capillare campagna informativa si chiama "Terremoto, io non rischio". Nel 2011  è stata realizzata in via sperimentale in nove piazze di altrettanti comuni ad alto rischio sismico, mentre l’edizione 2012 ha interessato un centinaio di località.

L’iniziativa è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile e dall’Anpas-Associazione nazionale delle pubbliche assistenze, in collaborazione con l’Ingv-Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia e con ReLuis-Consorzio della Rete dei Laboratori universitari di Ingegneria Sismica e in accordo con le Regioni e i Comuni interessati.

Il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Franco Gabrielli, visita durante il fine settimana alcune delle piazze coinvolte nell’iniziativa. Sabato 28 alle 10 è a Roma, in via del Corso altezza Piazza del Popolo; verso le 12,30 arriva in piazza Castelnuovo a Palermo, per poi spostarsi a Lamezia Terme, in Corso Giovanni Nicotera intorno alle 14,30. Nel pomeriggio si sposta a Caserta, in Largo San Sebastiano, verso le 16,30, e poi alle 19 a Trinitapoli (BT), a Viale Vittorio Veneto. Domenica 29, invece, incontra alle 10 i volontari in Piazza Cairoli a Milano; per mezzogiorno raggiunge piazzetta Banchero, a Genova, e quindi arriva ad Alessandria, a Piazzetta della Lega Lombarda, verso le 13. Nel pomeriggio è a Piazza Roma, ad Ancona, verso le 15,30 per poi raggiungere Narni (Tr), in Piazza dei Priori alle 17 circa, e concludere i suoi interventi in Piazza del Popolo a Pescopennataro (Is) per le 18,30.

Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, sono disponibili le mappe interattive per conoscere la storia e la pericolosità sismica del nostro territorio e per individuare i duecento comuni interessati dalla campagna nel weekend del 28 e 29 settembre prossimi. È inoltre possibile consultare la sezione “Domande e risposte” sul rischio sismico e sulla sicurezza degli edifici, leggere approfondimenti sul volontariato di protezione civile e scaricare il pieghevole sulle regole di comportamento da tenere in caso di terremoto.

Multimedia
Se la terra trema: una campagna informativa
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo