logo san paolo
giovedì 14 novembre 2019
 
televisione
 

Ecco le "Croci del Terzo Millennio"

19/04/2019  Quali sono le croci di oggi? Lo scopriamo in “Viaggio nella Chiesa di Francesco - Speciale Venerdì Santo” (Rai 1 venerdì 19 aprile ore 22.30). Tra le varie esperienze quella de iSemprevivi, l'Associazione della Parrocchia San Pietro in Sala di Milano che da anni accoglie, recupera e reintegra coloro che, per la malattia mentale, sono relegati ai margini della società. Parla il fondatore e presidente Don Domenico Storri

Don Domenico Storri (55 anni) , fondatore e presidente de iSemprevivi.
Don Domenico Storri (55 anni) , fondatore e presidente de iSemprevivi.

Quali le “croci” del Terzo millennio? Dove le croci, oggi, interrogano credenti e non credenti? Perché nonostante guerre, violenze, esodi, razzismi, povertà, le croci, continuano a generare speranza? Nello “Speciale Venerdì Santo” di Rai Vaticano, in onda su Rai Uno, venerdì 19 aprile, ore 22.30, dopo la Via Crucis di Papa Francesco, a firma di Massimo Milone e Nicola Vicenti, interrogativi e scenari in Italia e nel mondo, di antiche e nuove “croci” dell’umanità. Nel documentario vengono raccontate varie esperienze tra cui quella de iSemprevivi e de Il sorriso di Lollo, due realtà nate, grazie a don Domenico Storri, nella parrocchia di San Pietro in Sala di Milano che si occupa di sostenere chi soffre di disturbi psichiatrici e del disagio psicologico degli adolescenti. 

Don Domenico, come è nata l'intuizione di dar vita ai Semprevivi?

«Dobbiamo tornare indietro di diciotto anni per cogliere l’intenzione originaria. A quel tempo, mi laureai in psicologia con una tesi sulla riabilitazione della psicosi attraverso la montagna che cura. Mi venne in mente di organizzare una gita in montagna con alcuni amici che frequantavano la parrocchia affetti da un disagio psichico per tastare, in un certo qual modo, quanto studiato sui libri. Il risultato superò ogni aspettativa: la montagna aveva riacceso in loro alcuni aspetti della personalita’ che la malattia aveva spento: il desiderio di camminare perseguendo una metà, lo stupore di sentire di avere ancora un corpo “vivo” e la gioia di poter essere utile nei confronti di chi è più bisognoso».

 

I ragazzi del Centro Lollo con il conduttore Nicola Savino (51 anni) e don Domenico, alla postazione della webradio, un innovativo progetto per la riabilitazione.
I ragazzi del Centro Lollo con il conduttore Nicola Savino (51 anni) e don Domenico, alla postazione della webradio, un innovativo progetto per la riabilitazione.

Chi sono e cosa fanno con voi i "Semprevivi?"e la nuova esperienza de "Il sorriso di Lollo"?

«I ragazzi de Isemprevivi trascorrono parte delle loro giornate con i volontari e gli operatori dell’associazione. Parlano, partecipano ai diversi laboratori, mangiano insieme, insomma condividono un pezzo della loro vita con chi si occupa e si preoccupa per loro. Da due anni l’associazione ha aperto un centro diurno per  adolescenti “Il sorriso di Lollo”, in ricordo del piccolo Lorenzo che ha incontrato la morte sulle piste di sci. Un centro dedicato solo alla cura dei giovani sofferenti psicologicamente. Le loro difficolta?  Disturbo del comportamento, ritiro sociale, ansie e depressioni. Il sorriso di Lollo è un luogo adibito all’ascolto delle loro angosce aiutandoli ad uscire da quello stato di smarrimento nel quale si trovano. Lavorare con gli adolescenti in difficoltà è davvero un’avventura all’insegna dell’imprevedibilità e della capacità di stare dentro una frustrazione educativa».

Chi sono e cosa fanno i volontari che ruotano intorno a questo progetto?

«I volontari sono persone giovani e adulte che hanno deciso di mettersi al servizio degli ultimi in un settore molto particolare: il disagio mentale, infatti, può riaccendere nel volontario ferite e problemi irrisolti. Nei racconti degli utenti spesso si possono incontrare pezzi dolorosi della propria vita che si pensava di aver rimosso. La scoperta sorprendente, per citare un titolo di un libro, è di sentirsi come un “guaritore ferito”».

Come hanno reagito a questa iniziativa il quartiere, i ragazzi dell'oratorio e le famiglie?

«Il territorio e la parrocchia hanno agito nel modo migliore: sono stati capaci di interagire con le iniziative dell’associazione. Il centro diurno adulti è situato all'interno della parrocchia, mentre quello degli adolescenti e le tre case di accoglienza sono ubicate in condomini abitati da famiglie: nessuno si è mai lamentato della presenza de iSemprevivi. I ragazzi dell’oratorio vivono la presenza del “malato psichico” con la naturalezza di chi coglie la diversità come ricchezza. Questo è il vero miracolo!» 

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 88,40 € 52,80 - 40%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%