Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 26 maggio 2024
 
esequie
 

I suoi ultimi anni segnati da una ingiusta e dolorosa condanna

14/01/2023  Il cardinale Re pronuncia l'omelia ai funerali del cardinale Pell. Presenti in basilica anche monsignor Gaenswein e il cardinale Becciu

«L'inaspettato chiudersi dell'esistenza del Cardinale Georg Pell ci ha colti tutti di sorpresa, perché qualche giorno fa egli era presente con noi a concelebrare la Messa esequiale per il Papa emerito Benedetto XVI sul sagrato di questa Basilica e, nonostante i suoi 81 anni, sembrava in buona salute. Ricoverato in ospedale per un intervento chirurgico all'anca, subentrarono complicazioni cardiache che ne causarono la morte». È il cardinale Giovanni Battista Re, decano del collegio cardinalizio a pronunciare l’omelia per le esequie del porporato australiano, arcivescovo emerito di Sydney e Prefetto emerito della Segreteria per l'Economia. Alla presenza di papa Francesco, che ha presieduto il rito dell’ulima commendatio e della valedictio, il cardinale Re ha ricordato anche gli ultimi anni di Pell «segnati da una ingiusta e dolorosa condanna». Il decano ha sottolineato che «Nel giugno del 2017 fu accusato di abusi sessuali in Australia e la conclusione del processo fu la condanna al carcere. Il cardinale Pell trascorse ben 404 giorni nella cella di due carceri di massima sicurezza, a Melbourne e poi a Barwon, anche con un periodo di isolamento, Nell’aprile del 2020 l’Alta corte australiana lo scagionò con sentenza di piena innocenza ed egli potè finalmente uscire di prigione».

I funerali sono stati celebrati nella tarda mattinata del 14 gennaio nella Basilica di San Pietro, all'Altare della Cattedra. Tra i concelebranti, l'arcivescovo Georg Gaenswein, già segretario particolare di Papa Benedetto XVI, e il cardinale Angelo Becciu che con Pell ha avuto forti contrasti.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo