logo san paolo
lunedì 30 gennaio 2023
 
Vaticano
 

Cure mediche e cibo per dare dignità ai poveri

11/11/2022  Per la VI Giornata mondiale voluta da papa Francesco riapre il presidio sanitario in Vaticano. In tutta Italia, e non solo, le tante iniziative per far sentire chi è nel bisogno cittadino a pieno titolo

Sono in pieno svolgimento le attività previste per ricordare la VI Giornata mondiale dei poveri. In Italia e nel mondo si moltiplicano le iniziative, dalla raccolta di coperte alla spesa sospesa al pagamento di bollette e servizi. Il Dicastero per l’evangelizzazione, in particolare, in vista dell’appuntamento di domenica 13, che avrà per tema «Gesù Cristo si è fatto povero per voi», ha inaugurato un presidio medico, in funzione dal 7 e fino a domenica, per erogare gratuitamente visite mediche e farmaci. Ferme per due anni per via della pandemia, le cliniche mobili si occuperanno di medicina generale, elettrocardiogrammi, analisi del sangue, vaccini antinfluenzali e tamponi Covid. Sarà presente anche un camper attrezzato per effettuare test in grado di valutare la presenza di virus come l’HCV (epatite C), l’HIV e la tubercolosi. I servizi del presidio sanitario saranno disponibili ogni giorno dalle ore 8 alle ore 19, e potranno richiedere le visite tutti i poveri che si recheranno presso le unità in Piazza San Pietro. Il progetto viene realizzato grazie all’aiuto dei medici del Cuamm e della Fondazione PTV Policlinico Tor Vergata, del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa, del Gruppo BIOS, della Misericordia, della SIMIT (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali) e della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie), con l'équipe medica del prof. Loris Pagano e del prof. Giulio Nati. I test clinici, invece, sono forniti dalla società Gilead.

Dopo la celebrazione della messa, presieduta dal Papa, 1.300 poveri, tra i quali molti assistiti da Caritas, dalle Acli, dalla Comunità di Sant’Egidio, parteciperanno al pranzo nell’Aula Paolo VI. Il servizio sarà offerto dalla d’Amico Società di Navigazione S.p.A. Intanto, papa Francesco ha anche voluto supportare le parrocchie nelle loro attività donando tonnellate di viveri per i pacchi alimentari distribuiti dalla diocesi di Roma. Ai parroci che ne hanno fatto richiesta sono stati consegnate 5.000 scatole di alimenti per le famiglie del territorio. L’iniziativa è stata possibile grazie alla generosità della catena dei Supermercati Elite, che ha offerto i prodotti. Tra questi 10 tonnellate di pasta, 5 tonnellate di riso, farina, zucchero, sale e caffè, e 5 mila litri di olio e latte. Lo stoccaggio delle derrate alimentari, il deposito, e tutto il supporto logistico è stato offerto da Fiera di Roma S.p.A.. La società DRIVALIA del Gruppo FCA bank ha messo a disposizione 5 furgoni per la consegna.

Il Dicastero per l’evangelizzazione ha reso noto che saranno effettuati anche i pagamenti delle utenze del gas e della corrente elettrica. Il servizio è reso possibile dalla generosità e dall’impegno di UnipolSai Assicurazioni. Non si tratta «di avere verso i poveri un comportamento assistenzialistico», ha detto Papa Francesco, ma «è necessario invece impegnarsi perché nessuno manchi del necessario».

Intanto, tra le diverse iniziative, c’è anche quella della Coldiretti che, per la VI Giornata mondiale dei poveri, ha pensato di inaugurare nei mercati contadini di Campagna Amica “la Spesa sospesa”, con la possibilità per tutti i cittadini di fare delle offerte per acquistare prodotti 100% italiani a favore delle famiglie bisognose. Frutta, verdura, formaggi, salumi e ogni tipo di genere alimentare Made in Italy, di qualità e a km zero potranno essere acquistati sabato 12 e domenica 13 nei mercati degli agricoltori sparsi in tutta la Penisola. Contestualmente sarà pubblicato il Dossier Coldiretti "La nuova povertà alimentare in Italia" con i dati aggiornati sugli italiani costretti a chiedere aiuto per mangiare.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo