logo san paolo
martedì 11 dicembre 2018
 
Autore

Visualizzazione dei contenuti di Annachiara Valle

Articolo

Il Papa: "Quanto è difficile riconciliarsi"

09 dicembre 2018

Attesa, preghiera e riconciliazione, Il cammino di Avvento, spiega il Papa affacciandosi su piazza San Pietro, chiede ai cristiani di impegnarsi per dare più attenzione ai fratelli, per seminare speranza in un mondo nel quale, nonostante tutto, il Regno di Dio comntinua a costruirsi ogni giorno.  

Articolo

Corinaldo: il Papa prega per le vittime

08 dicembre 2018

Dopo l'Angelus il Papa ricorda i morti e i feriti della discoteca la Lanterna nell'anconetano, ricorda i martiri algerini che oggi vengono beatificati e l'Azione cattolica che celebra i suoi 150 anni a servizio della Chiesa e della società.

Articolo

Appello per la giornalista minacciata

01 dicembre 2018

Da don Luigi Ciotti a don Armando Zappolini ai pastori Paolo Ricca e Ivano De Gasperis, oltre 450 fra associaizoni e Chiese chiedono ai vertici Rai di non far passare sotto silenzio l'aggressione mafiosa subita dalla giornalista del tg1Maria Grazia Mazzola. A tutela della sua integrità e del diritto dei cittadini a essere informarti.

Articolo

Il Papa: «Il no dei comandamenti è per dire sì all'amore»

28 novembre 2018

Papa Francesco conclude la catechesi sul decalogo spiegando che Cristo ha portato a compimento la legge trasformando il negativo del "non uccidere, non rubare, non insultare" nel positivo dell'amore per Dio e per gli altri. Un dono che ci è fatto dallo Spirito Santo. E intanto un bambino gioca con le guardie svizzere

Articolo

«Dietro la maschera dei farisei si nasconde qualcosa di brutto»

21 novembre 2018

Papa Francesco conclude le catechesi sui dieci comandamenti ricordando che senza il dono dello Spirito Santo non possiamo combattere le nostre debolezze. «I precetti di Dio», senza la misericordia del Padre, «possono ridursi ad essere solo la bella facciata di una vita che resta comunque un’esistenza da schiavi e non da figli»

Articolo

Marcia indietro del governo: Asia Bibi resta in cella

03 novembre 2018

Il primo ministro cede alle pressioni degli estremisti islamici. Assolta nei giorni scorsi dal reato di blasfemia, Asia resta in carcere e la sentenza sarà sottoposta a revisione. Intanto il suo legale, che teme per la vita, lascia il Paese.

Pubblicità
Edicola San Paolo