Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
martedì 21 maggio 2024
 
APPELLO
 

Arresto in Iran di Alessia Piperno: l''intervento della presidente di Telefono Rosa

04/10/2022  In seguito all'arresto in Iran della giovane travel blogger italiana Alessia Piperno, 30 anni, e anche per gli insopportabili attacchi che le sono stati rivolti in rete dagli hater, ecco la risposta accorata della presidente di Telefono Rosa Maria Gabriella Carnieri Moscatelli. Sembra dalle ultime notizie che la ragazza si trovi nel carcere di Evin.

La foto di Alessia che suo padre ha postato con grande disperazione nella pagina della figlia arrestata a Teheran, mentre festeggiava il suo compleanno con alcuni amici.
La foto di Alessia che suo padre ha postato con grande disperazione nella pagina della figlia arrestata a Teheran, mentre festeggiava il suo compleanno con alcuni amici.

Ecco la dichiarazione di Maria Gabriella Carnieri Moscatelli presidente di Telefono Rosa.

«Le donne sono libere di andare dove vogliono, la libertà non ha prezzo. Non possiamo colpevolizzarla perché ha scelto di viaggiare e visitare un posto pericoloso. Che facciamo: impediamo alle giornaliste di andare in Afghanistan o in Ucraina, perché c'è la guerra, o in Iran perché le donne vengono violentate e uccise? Non possiamo certo chiuderci dentro casa. Brava Alessia. Il Telefono Rosa è al tuo fianco e ti sostiene.

Apprezziamo l'immenso lavoro che fai per tutte le donne.

Chiediamo alla Farnesina di intervenire affinché Alessia sia scarcerata e chiediamo a tutte le donne di dare la loro solidarietà a una persona eccezionale».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo